Borsa italiana tocca i massimi dal 2008, Campari in rosso. FTSE MIB +0,53%.

Il FTSE MIB segna +0,53%, il FTSE Italia All-Share +0,53%, il FTSE Italia Mid Cap +0,56%, il FTSE Italia STAR +0,68%.

BTP e spread in lieve peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,93% (chiusura precedente a 0,92%), lo spread sul Bund segna 133 bp (da 132) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 +0,8%, DAX +0,4%, CAC 40 +0,5%, IBEX 35 +0,5%.

Future sugli indici azionari americani in verde: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,29%, NASDAQ Composite +0,02%, Dow Jones Industrial -0,56%.

Mercato azionario giapponese in recupero, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,89%. Borse cinesi poco mosse: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,15%, l'indice Hang Seng di Hong Kong a +0,46%.

Campari (-3,2%) in netto ribasso ma sopra i minimi visti in apertura: ieri dopo la chiusura del mercato il gruppo ha annunciato di aver archiviato il 2019 con risultati migliori delle attese a livello di utili. L'utile netto del gruppo sale a 308,4 milioni, +4,1% a/a (+7,3% su base rettificata), sensibilmente sopra i 295,5 milioni del consensus. Per il 2020 il management si attende un'evoluzione positiva dell'EBIT organico ma i margini potrebbero subire gli effetti negativi derivanti dall'incremento del prezzo dell'agave, dai dazi USA, dagli investimenti sul brand e sui processi di commercializzazione dei prodotti (route-to-market). Campari ha anche annunciato il trasferimento in Olanda della sede legale e il potenziamento del sistema di voto maggiorato attualmente in vigore. Il CEO Bob Kunze-Concewitz ha dichiarato che il gruppo ora può pensare ad acquisizioni del valore di alcuni miliardi di euro contro i 684 milioni investiti al massimo fino a questo momento. Si prevede che trasferimento sede in Olanda e potenziamento del voto maggiorato siano eseguiti entro fine luglio 2020.