La Borsa di New York ha chiuso la seduta in leggero calo a causa delle vendite sul comparto industriale che hanno annullato la spinta rialzista innescata dalla distensione sul fronte dazi e dalle aspettative di un taglio dei tassi da parte della Fed. Il Dow Jones ha perso lo 0,05%, l'S&P 500 lo 0,03% e il Nasdaq Composite lo 0,01%.
Male United Technologies (-3,94%) e Raytheon (-5,09%) dopo i dubbi all'operazione di fusione espressi dal Presidente Trump.
Tra gli altri titoli in evidenza Intel +0,11%. Il colosso dei semiconduttori ha annunciato di avere raggiunto l'accordo per il takeover di Barefoot Networks, senza rendere noti i dettagli dell'operazione. La start-up californiana è attiva nella produzione di apparati e software per la gestione delle reti basate su Ethernet (sistemi utilizzati per vasti network di computer e server e in particolare per i cloud pubblici).
Casey's General Stores +10,03%. La catena di pizzerie e minimarket ha comunicato risultati relativi al quarto trimestre del suo esercizio segnati da profitti in crescita da 51 a 68 centesimi per azione, su vendite migliorate da 2,09 a 2,18 miliardi di dollari. Il consensus di FactSet era invece per 46 centesimi e 2,12 miliardi rispettivamente.
HD Supply -5,81%. Il distributore di prodotti industriali ha rivisto al ribasso le stime per l'esercizio in corso. L'utile per azione adjusted è ora atteso tra 3,52 e 3,70 dollari (da 3,52-3,81 dollari della precedente guidance) mentre i ricavi sono visti tra 6,25 e 6,35 miliardi di dollari (da 6,30-6,45 miliardi).
Broadcom +1,17%. Il gruppo dei semiconduttori ha comunicato di avere siglato un accordo biennale per la fornitura di componenti a Apple. Cupertino, da parte sua, ha dichiarato di avere intenzione di appoggiarsi in esclusiva su Broadcom per la componentistica di radio-frequenza utilizzata in smartphone, tablet e smartphone.