Le principali Borse europee hanno aperto l'ultima seduta della settimana senza grandi variazioni. Stoxx600, Ftse100 di Londra e Ibex35 di Madrid sono attorno alla parità mentre il Cac40 di Parigi sale dello 0,1%. Debole il Dax di Francoforte (-0,1%).
Torna sotto i riflettori la tenuta dell'immobiliare cinese. Dopo la crisi del colosso China Evergrande a salire alla ribalta, in negativo, è un altro player del settore, Kaisa Group, il cui titolo è stato sospeso a Hong Kong dopo che giovedì una sua sussidiaria non era riuscita a effettuare pagamenti in scadenza.
Tra i titoli in evidenza Axa +2%. Il gruppo assicurativo ha approvato un programma di acquisto di azioni proprie da 1,7 miliardi di euro.
JCDecaux +3%. Il gruppo della cartellonistica pubblicitaria ha registrato nel terzo trimestre un giro d'affari superiore alle attese.
CaixaBank +0,1%. Il gruppo bancario spagnolo ha ceduto l'intera partecipazione detenuta nell'austriaca Erste Group Bank incassando complessivamente 1,5 miliardi di euro. CaixaBank ha sottolineato che l'operazione avrà un impatto positivo sul risultato lordo ma genererà una perdita di 54 milioni di euro.
London Stock Exchange Group +1%. Goldman Sachs ha avviato la copertura sul titolo della società mercato con rating "buy".

Électricité de France +1,3%. L'utility francese ha comunicato l'approvazione da parte del board per la distribuzione di un acconto sulla cedola annuale di 30 centesimi per azione. Agli investitori verrà data l'opzione di ricevere il dividendo in contanti o con azioni di nuova emissione, il cui prezzo è stato stabilito in 11,12 euro.

Sul fronte macroeconomico In Germania scende oltre le attese la produzione industriale: l'Ufficio di Statistica Destatis ha indicato una variazione negativa dell'1,1% a settembre rispetto al mese precedente. Il dato è risultato inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un incremento pari all'1%. Ad agosto la produzione industriale era diminuita del 3,5%, rivista da -4%. Su base annua la produzione industriale è diminuita dell'1% rispetto allo stesso periodo del 2020.
In Francia L'Insee ha reso noto che l'Indice dei Salari non agricoli, che misura la variazione del numero di posti di lavoro nel corso in tutte le attivita' non agricole, e' atteso in crescita nel terzo trimestre 2021 dello 0,5% su base trimestrale risultando inferiore al consensus e alla rilevazione precedente, fissati rispettivamente su un incremento dello 0,6% e dell'1,4%.
Nel Regno Unito, l'Indice Halifax dei Prezzi Immobiliari ha registrato a ottobre una variazione positiva dello 0,9% su base mensile risultando inferiore alla rilevazione precedente pari a +1,7% ma superiore al consensus (+0,7%).

(RV - www.ftaonline.com)