Il Consiglio di Amministrazione di CALEFFI, società specializzata in articoli home fashion, ha approvato in data odierna il Progetto di Bilancio di esercizio e il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2016.

  • Fatturato: Euro 59,2 milioni, +6,6% (FY2015: Euro 55,5 milioni) di cui il 10,9% all'estero
  • EBITDA: Euro 2,9 milioni (FY2015: Euro 3,1 milioni), EBITDA Adjusted: Euro 3,3 milioni
  • EBIT: Euro 1,4 milioni (FY2015: Euro 1,4 milioni), EBIT Adjusted: Euro 1,7 milioni
  • Utile Netto: Euro 0,5 milioni (FY2015: Euro 0,3 milioni)
  • Indebitamento Finanziario Netto: Euro 13,0 milioni (FY2015: Euro 13,6 milioni)
  • Proposto dividendo di Euro 0,02 p.a.

Guido Ferretti, Amministratore Delegato di CALEFFI Group: "Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nell'esercizio 2016 che ha registrato una crescita significativa in tutti i canali e le aree di Business, fatta eccezione per la divisione Luxury che ha risentito della debolezza dei mercati internazionali. Estremamente positivo l'andamento del fatturato Italia (+9,7%) e la conseguente crescita della quota di mercato di Caleffi, che passa dal 6,6% nel 2015 al 7,3% nel 2016. Siamo convinti che portafoglio licenze, negozi propri e canali e-commerce - sui quali saranno effettuati ulteriori investimenti – ci consentiranno di mantenere anche nel 2017 gli stessi tassi di crescita dei risultati"

Evoluzione prevedibile della gestione
La strategia del Gruppo resterà fortemente incentrata su negozi propri e shop in shop presso i principali clienti, nonché su linee e licenze "lusso" distribuite prevalentemente nei mercati esteri. I driver di crescita saranno riconducibili al segmento lusso, con le licenze Home Linen Roberto Cavalli, Diesel e Trussardi nonché ai negozi propri e ai canali e-commerce, sullo sviluppo dei quali saranno effettuati a breve ulteriori investimenti. Grande attenzione verrà riservata ai temi della salute, del benessere e del rispetto dell'ambiente, sempre più determinanti nell'orientare le scelte dei consumatori. Pur estremamente confidente sull'evoluzione del fatturato e della redditività nel 2017, allo stato attuale la società non ritiene di esprimere alcuna previsione sui dati economico-finanziari dell'esercizio, che saranno anche influenzati da rischi ed incertezze dipendenti da molteplici fattori congiunturali non tutti inerenti la sfera di controllo del Gruppo.