Il Consiglio di Amministrazione di Carel Industries, riunitosi in data 5 marzo 2020, ha approvato i risultati relativi all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019.

  • Francesco Nalini*, Amministratore Delegato del Gruppo, ha dichiarato: "Nel 2019 Carel ha riportato una solida crescita dei ricavi pari al 16,8% (5,1% a parità di perimetro di consolidamento) con una *redditività *(EBITDA Margin) del 19,3%. Tali risultati sono ancora più significativi se letti alla luce di uno scenario macroeconomico non favorevole, caratterizzato da un rallentamento dell'economia europea e dalle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Pur in una situazione, quindi, non ottimale, le performance registrate sono particolarmente positive e rispecchiano la continua implementazione delle nostre linee guida strategiche pluriennali, che nel 2019 si sono concretizzate principalmente: nel completamento del piano di espansione della capacità produttiva del Gruppo, con un investimento biennale pari a circa 20 milioni di Euro; nell'attività di integrazione delle due società acquisite nel 2018, Hygromatik e Recuperator, che ha permesso alle medesime di raggiungere una crescita cumulata dei ricavi pari a circa il 10% rispetto all'anno precedente; nella chiusura dei primi contratti pluriennali di fornitura di servizi digitali ad importanti operatori internazionali della GDO (Grande Distribuzione Organizzata). A ciò si aggiungono la grande attenzione verso l'innovazione, con investimenti in Ricerca e Sviluppo pari a circa 18 milioni (+12,6% rispetto al 2018) e il costante impegno a ricercare soluzioni sempre più sostenibili da un punto di vista ambientale. Lo stesso entusiasmo che ci ha guidati nel 2019 sarà per noi fondamentale per superare le sfide che il 2020 ci pone, in particolare la recente diffusione del Coronavirus/COVID-19 che affronteremo sfruttando anche la resilienza della nostra footprint produttiva recentemente ampliata."