Il Consiglio di Amministrazione di Cembre S.p.A., Società quotata in Borsa al segmento STAR, tra i primi produttori europei di connettori elettrici e di utensili per la loro installazione, riunitosi oggi a Brescia sotto la guida del Presidente ed Amministratore Delegato Ing.Giovanni Rosani, ha approvato la Relazione relativa al primo semestre del 2019.

Nel primo semestre 2019 il Gruppo ha evidenziato ricavi delle vendite consolidati pari a 76,9 milioni di euro, in crescita del 4,9% rispetto ai 73,3 milioni di euro del primo semestre 2018.Tale incremento è dovuto soprattutto al consolidamento della società tedesca IKUMA Gmbh & Co. KG, acquisita con effetto dall'1 maggio 2018, il cui fatturato nel primo semestre 2019 è stato pari a 4,0 milioni di euro; i ricavi del primo semestre 2018 di tale società sono stati inclusi nei ricavi del Gruppo solo per due mesi, per un importo pari a 1,4 milioni di euro. Senza l'apporto di IKUMA l'incremento delle vendite consolidate del primo semestre 2019 sarebbe stato pari all'1,5 per cento. Le vendite semestrali del Gruppo in Italia, pari a 30,8 milioni di euro, sono diminuite dell'1,8%, mentre quelle estere, pari a 46,1 milioni di euro, sono salite del 9,9%. Nei primi sei mesi dell'anno i ricavi delle vendite sono stati realizzati per il 40,1% in Italia (42,8% nel primo semestre 2018), per il 46,5% nella restante parte dell'Europa (41,9% nel primo semestre 2018) e per il 13,4% fuori dal continente europeo (15,3% nel primo semestre 2018).

Il risultato operativo lordo consolidato (EBITDA) del primo semestre 2019, pari a 20,9 milioni di euro, corrispondenti al 27,2% dei ricavi delle vendite, è salito del 10,9% rispetto a quello del primo semestre 2018, pari a 18,9 milioni di euro, corrispondenti al 25,7% dei ricavi delle vendite. Stabile, nel semestre, sia l'incidenza del costo del venduto sia l'incidenza del costo per servizi, mentre aumenta lievemente l'incidenza del costo del personale (il numero medio dei lavoratori impiegati dal Gruppo è pari a 741 unità).