Il Consiglio di Amministrazione di CIR-Compagnie Industriali Riunite S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Rodolfo De Benedetti, ha approvato l'informativa finanziaria al 30 settembre 2018 presentata dall'amministratore delegato Monica Mondardini. Il gruppo CIR opera principalmente in tre settori: componentistica per autoveicoli (Sogefi), media (GEDI Gruppo Editoriale) e sanità (KOS).

Risultati consolidati
I ricavi del gruppo CIR nei primi nove mesi del 2018 sono ammontati a € 2.092,6 milioni, con un incremento del 3,2% rispetto a € 2.027,8 milioni nel corrispondente periodo del 2017. L'aumento è dovuto alla crescita dei ricavi di KOS (+11,9%), principalmente per le acquisizioni effettuate nello scorso esercizio, e di GEDI (+10,4%) grazie all'integrazione del gruppo ITEDI. Il margine operativo lordo (EBITDA) è stato pari a € 246 milioni (11,8% dei ricavi), in linea rispetto a € 247 milioni (12,2% dei ricavi) nei primi nove mesi del 2017. L'utile netto del gruppo è ammontato a € 34 milioni rispetto a una perdita di € 26 milioni nei primi nove mesi del 2017, dovuta al significativo onere fiscale di natura straordinaria sostenuto da GEDI. L'indebitamento finanziario netto consolidato al 30 settembre 2018 ammontava a € 354,4 milioni rispetto a € 272,5 milioni al 31 dicembre 2017 e a € 131,9 milioni al 30 settembre 2017. L'indebitamento finanziario netto complessivo delle controllate industriali al 30 settembre 2018 era pari a € 674,7 milioni, in aumento rispetto al dato del 30 settembre 2017 (€ 459,4 milioni) a causa dell'esborso straordinario di natura fiscale di GEDI (€ 175 milioni), delle acquisizioni realizzate da Sogefi (€ 16,7 milioni) e da KOS (€ 36,7 milioni) nonché dei dividendi pagati da quest'ultima (€ 29,7 milioni). La posizione finanziaria netta della capogruppo (incluse le controllate non industriali) al 30 settembre 2018 era positiva per € 320,3 milioni, rispetto a € 343 milioni al 31 dicembre 2017 e a € 327,5 milioni al 30 settembre 2017. La variazione nei primi nove mesi del 2018 è determinata dagli esborsi per la distribuzione di dividendi (€ 24,8 milioni) e dagli acquisti di azioni proprie (€ 10,1 milioni), a fronte del flusso positivo della gestione (€ 12,2 milioni). Il patrimonio netto di gruppo al 30 settembre 2018 era pari a € 953,8 milioni rispetto a € 961 milioni al 31 dicembre 2017. La variazione di € 7,2 milioni è il risultato, in aumento, dell'utile del periodo e, in diminuzione, della distribuzione di dividendi e dell'acquisto di azioni proprie. Al 30 settembre 2018 il gruppo CIR impiegava 16.411 dipendenti (15.839 al 31 dicembre 2017).