In data 28 giugno 2022, Credemholding S.p.A. ha perfezionato l'emissione di 200 milioni di euro di un Social Bond Tier 2 Subordinato, il primo Social Tier 2 emesso da una banca europea, evidenziando il forte impegno e la vicinanza all'economia locale e al territorio nel quale opera. L'emissione rappresenta il primo social bond di Credemholding all'interno del Framework ESG, pubblicato a dicembre 2021, al fine di consentire alla società, oltre a Credito Emiliano - Gruppo Bancario Credem, l'emissione di obbligazioni per finanziare e/o rifinanziare attività aventi un impatto positivo in termini di sostenibilità ambientale e sociale.

Il Social Bond rappresenta la seconda emissione ESG del Gruppo Credem e fa seguito all'emissione obbligazionaria del Senior Preferred Green di 600 milioni di euro, effettuata da Credito Emiliano a gennaio 2022. Il Social Bond, per il quale ci si aspetta un rating pari a "Ba1" da Moody's, ha una scadenza prevista per ottobre 2032 con possibilità per l'emittente di richiamare il titolo tra luglio e ottobre 2027 e pagherà una cedola del 7,625% fino a ottobre 2027. La cedola verrà rideterminata a ottobre 2027 sulla base del tasso swap a 5 anni più uno spread di 551,4 punti base. La data di valuta sarà il 5 luglio 2022.

Tale operazione ha consentito a Credito Emiliano - Gruppo Bancario Credem di incrementare con efficienza la propria solida posizione di capitale, in quanto Credemholding (che detiene il 78% delle azioni di Credito Emiliano), secondo il Regolamento Bancario Europeo, è il soggetto consolidante del perimetro prudenziale, seppur non rientri nel Gruppo Bancario.

All'emissione farà seguito un'operazione "mirror" di Credito Emiliano, che emetterà il medesimo strumento, con pari valuta, interamente sottoscritto da Credemholding. Questa emissione si inserisce nel più ampio percorso del Gruppo Credem che mira a creare valore a lungo termine per azionisti e stakeholder, integrando fattori sociali e ambientali nei processi decisionali, oltre a continuare a sostenere lo sviluppo del Paese.

Il collocamento dell'emissione è stato gestito da Goldman Sachs International e Barclays in qualità di Lead Manager e da Credito Emiliano SpA e Banca Euromobiliare SpA come Co- Manager. Il book finale vede ordini da circa 60 investitori per un totale di €468,3 milioni e una richiesta finale pari a circa 2,3 volte l'offerta.

Il 74% dell'emissione è stato collocato a investitori istituzionali italiani, mentre il restante 26% è stato collocato a investitori esteri, principalmente nel Regno Unito (12%) e Francia (7%). Con riferimento alla tipologia di investitori, hanno sottoscritto principalmente Asset Manager (40%), Corporate (20%) e Banche & PBs (17%). Anche investitori ESG hanno partecipato attivamente all'operazione.

"I mercati finanziari guardano con sempre maggiore attenzione a questa tipologia di emissioni", ha dichiarato Daniele Morlini, Head of Financial Business Unit di Credem, "premiando gli emittenti con una posizione consolidata in termini di reputazione e stabilità. Guardando a questo percorso", aggiunge Morlini, "abbiamo avviato da tempo una politica di finanziamento, che mira sia a contribuire alla strategia del Gruppo Credem, sia a finanziare progetti con un positivo impatto sociale e ambientale attraverso l'emissione del Senior Green Bond all'inizio di quest'anno e con questa nuova emissione di Social Bond".

(GD - www.ftaonline.com)