Le azioni continuano in qualche modo a rimanere sotto pressione: da una part l'inflazione dilaga e dall'altra la Fed intraprende un'azione aggressiva per riportarla sotto controllo.

Come evidenziato da Timothy Green, uno dei collaboratori di The Motley Fool,  una cosa che tende a funzionare nel lungo periodo è l'acquisto di azioni di società di alta qualità che pagano dividendi solidi e affidabili.

Ora è un ottimo momento per puntare su alcuni titoli azionari che offrono anche il vantaggio di essere scesi tanto e quindi possono essere acquistati a prezzi ancora più vantaggiosi.

Il focus è in particolare su tre: AT&T, International Paper e Hanesbrands.

AT&T

Il gigante delle telecomunicazioni AT&T è fuori dal settore dei media, òo spin-off di Time Warner è completo e ora l'azienda può concentrarsi sulle sue attività principali di wireless e fibra.

Al mercato azionario non è mai piaciuta l'incursione di AT&T nei media, ma a quanto pare non non è gradita nemmeno l'uscita della società da questo settore. Il titolo AT&T è crollato negli ultimi mesi, portando la capitalizzazione di mercato a circa 120 miliardi di dollari.

Ad essere onesti, AT&T ha tagliato il suo dividendo dopo lo spin-off e ha abbassato la guidance sul free cash flow per l'anno in corso, poiché i clienti hanno iniziato a ritardare i pagamenti in un'economia difficile.

Anche così, però, la valutazione di AT&T è estremamente pessimistica: il dividendo attualmente offre un rendimento pari al 6,7%, ben superiore alla media  di mercato e il titolo viene scambiato per appena 8,5 volte l'outlook relativo al free cash flow 2022.

Con il rimbalzo di quest'ultimo nei prossimi anni, guidato dagli investimenti che AT&T sta facendo in 5G e fibra, l'attuale prezzo delle azioni sembrerà un affare impossibile.

International Paper

Una trimestrale disastrosa sugli utili di FedEx ha fatto crollare le azioni di alcuni titoli correlati.
FedEx ha ritirato la sua guidance per l'intero anno, dicendo di essere stato colto alla sprovvista dalla rapidità con cui i suoi affari si erano deteriorati.

International Paper ha sentito l'avvertimento di FedEx e le sue azioni sono crollate, perdendo circa il 18% nell'arco di una settimana.

Con l'avvertimento di FedEx in merito a un rallentamento, è probabile che anche International Paper comincerà ad accusare il colpo.

C'è da dire però che una valutazione così bassa offre agli investitori un discreto margine di sicurezza.
Il netto calo delle quotazioni ha anche portato ad un aumento del rendimento dei dividendi, attualmente pari a circa il 5,4%.

Hanesbrands

Hanesbrands è uno dei maggiori attori nel mercato dell'intimo e sta già vedendo i suoi clienti ritirarsi.
Le vendite di biancheria intima sono diminuite del 12% su base annua nel secondo trimestre, pur considerano che c'è stato un grave attacco che ha impedito all'azienda di evadere gli ordini.

Anche il business dell'abbigliamento sportivo Hanesbrands, che ha come protagonista il marchio Champion, ha subìto un calo delle vendite del 18% nel secondo trimestre.

L'attacco ransomware faceva parte del problema, ma lo erano anche i livelli elevati di inventario dei rivenditori e la debole domanda dei clienti finali.

Le azioni Hanesbrands sono crollate quest'anno, con un calo di oltre il 50% da inizio 2022.
Il rendimento del dividendo è balzato al 7,3% e le azioni vengono scambiate solo 7 volte la stima media degli analisti per gli utili per l'intero anno.

Con un livello di pessimismo così intenso, Hanesbrands sembra un ottimo dividendo per gli investitori a lungo termine.