Nel momento in cui si investe su un titolo che paga dividendi, è importante bilanciare il rendimento con il rischio.

Dividendi: ecco come trovare rendimenti superiori alla media

Anche se non si vuole essere troppo aggressivi, cercando rendimenti da dividendi del 10%, al contempo non si vuole nemmeno accontentarsi di pagamenti nominali. Come evidenziato da Davide Jagielski, il titolo medio dell'S&P500 rende meno dell'1,3% in questo momento, che non è certo molto.

E' possibile però trovare delle cedole migliori: ecco due titoli che pagano almeno il 3% e sono acquisti abbastanza sicuri nel lungo periodo.
Si tratta di Gilead Sciences ( NASDAQ:GILD​) e di Campbell Soup ( NYSE:CPB ).

Gilead Sciences

La società biofarmaceutica Gilead Sciences stacca un dividendo con un rendimento pari al 4,3%, decisamente alto in relazione ad un titolo che non è poi così rischioso.

In ciascuno degli ultimi cinque anni, la società ha generato almeno 7,5 miliardi di dollari di free cash flow, più del doppio dell'importo che ha pagato in dividendi.

Il trattamento COVID-19 "remdesivir" ha incrementato le sue vendite di oltre 2 miliardi di dollari durante i primi due trimestri di quest'anno e ciò ha aiutato l'azienda a generare ancora più flusso di cassa: quasi 12 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi.

Sebbene le vendite dei prodotti per l'HIV, la sua principale fonte di reddito di Gilead Sciences, siano diminuite del 7% finora nel 2021 a causa di un aumento della concorrenza dei farmaci generici, i ricavi sono ancora relativamente stabili, anche escludendo Remdesivir.

Guardando al futuro, l'azienda ha anche più di una dozzina di altri programmi nella sua pipeline che sono in fase 2 o successive e possono potenzialmente essere fattori di crescita a lungo termine per la sua attività.

E gli investitori non dovrebbero scartare del tutto il potenziale di Remdesivir. Sebbene oltre il 50% della popolazione degli Stati Uniti sia stato completamente vaccinato, in molte parti del mondo non è così, quindi questo potrebbe renderlo un'opzione di trattamento efficace in quei luoghi.

Un ostacolo è la raccomandazione dello scorso anno dell'Organizzazione mondiale della sanità che i medici non usano Remdesivir a causa della mancanza di prove che abbia migliorato i risultati.

A settembre, Gilead Sciences ha pubblicato i risultati di uno studio che ha dimostrato che, se assunto precocemente, prima del ricovero in ospedale, il trattamento "riduceva significativamente il rischio di ricovero in pazienti ad alto rischio". Attualmente, è approvato solo per l'uso in pazienti ospedalizzati.

Questi ultimi risultati suggeriscono che potrebbe esserci ancora speranza per il farmaco e, almeno nel breve termine, potrebbe continuare a rafforzare i dati finanziari dell'azienda.

Anche senza Remdesivir, il business del gruppo rimane stabile e il titolo sembra ancora un solido investimento a reddito da tenere in portafoglio per anni.

Campbell Soup

La società di alimenti confezionati, Campbell Soup, sta uscendo da un quarto trimestre difficile, in cui le vendite nette di 1,9 miliardi di dollari per il periodo terminato l'1 agosto sono diminuite dell'11% anno su anno.

Tuttavia, con 8,5 miliardi di dollari di vendite per l'intero anno fiscale, il gruppo ha registrato ancora una performance relativamente forte, con la top line in calo di appena il 2% rispetto all'anno fiscale precedente, quando i consumatori stavano facendo scorta di elementi essenziali durante le prime fasi della pandemia.

Nell'anno fiscale 2019, che sarebbe stato un anno più tipico per l'azienda, Campbell ha generato solo 8,1 miliardi di dollari.

Per il nuovo anno fiscale, Campbell's prevede che le sue vendite nette rimarranno invariate o diminuiranno di non più del 2%.

Prevede inoltre che l'utile per azione rettificato di 2,98 dollari, che è il doppio di 1,48 dollari che paga in dividendi per azione, scenderà tra il 4% e l'8%.

E ora, per rafforzare le vendite durante l'allentamento della pandemia, l'azienda ha annunciato diverse nuove iniziative di prodotto, incluso il lancio di più prodotti a base vegetale.

Il dividendo trimestrale di Campbell è pari a 0,37 dollari, rende il 3,6% e può essere un'altra solida fonte di reddito ricorrente per gli investitori.

Con un rischio minimo nella sua attività e molti prodotti alimentari per la casa nel suo portafoglio, Campbell rappresenta un titolo azionario sicuro da acquistare e dimenticare.