Le azioni hanno vissuto un ottimo anno nel 2021 e anche semplicemente investendo in un fondo indicizzato all'S&P500, si sarebbe spuntato un rendimento vicino al 27%.

Si sale poi al 29% includendo anche i dividendi reinvestiti, che possono essere una delle principali fonti di crescita e reddito in un portafoglio.

Partendo proprio da questo focus sulla liquidità, Demitri Kalogeropoulos, uno dei collaboratori di The Motley Fool, ha selezionato alcuni titoli azionari con dividendi interessanti per il 2022.

Microsoft

Ci sono molti modi in cui gli investitori possono esporsi alle tendenze di crescita globale, come il passaggio a servizi software basati su cloud e il passaggio a un ambiente di lavoro ibrido.
Possedere Microsoft offre quell'accesso insieme a molti altri importanti vantaggi.

Il gigante del software vanta vendite in aumento del 22% nell'ultimo trimestre, grazie all'elevata domanda di produttività, PC e servizi cloud aziendali.

Queste divisioni coprono una gamma più ampia di nicchie rispetto a quelle che otterresti possedendo fornitori di tecnologia più mirati.

Microsoft è anche una macchina del profitto: l'utile lordo è stato di 116 miliardi di dollari nell'anno fiscale 2021, un valore quasi raddoppiato negli ultimi quattro anni.

Il successo degli utili ha contribuito a finanziare circa 60 miliardi di dollari di ritorni in contanti agli azionisti negli ultimi tre anni.

E, sebbene il rendimento attuale del dividendo sia modesto, pari ad appena lo 0,7%, gli investitori Microsoft possono aspettarsi di vedere il pagamento aumentare costantemente nel tempo,man mano che l'azienda trae vantaggio dai cambiamenti pluriennali nella produttività digitale.

Procter & Gamble

Le azioni Procter & Gamble hanno chiuso bene il 2021 e sembrano ancora interessanti all'inizio del nuovo anno.
Il colosso dei beni di prima necessità attualmente paga un dividendo con un rendimento annuo del 2% dopo il suo ultimo rally, o poco più dell'1,9% che un investitore otterrebbe dal possedere il più ampio Dow Jones Industrial Average.

Ancora più importante, il business non è mai stato così forte. Procter & Gamble ha visto solo un modesto rallentamento della crescita da quando la pandemia ha aumentato la domanda nel suo portafoglio di prodotti per la cura della casa e dei tessuti.

La leadership del suo marchio dovrebbe consentirgli anche di aumentare i prezzi in modo aggressivo, rendendolo una solida copertura contro l'inflazione.

Procter & Gamble ha una lunga storia di crescita che ha battuto il mercato e che dovrebbe essere amplificata da sbalorditivi rendimenti di cassa nel 2022.

Coca-Cola

Coca-Cola lo scorso anno ha guadagnato solo l'8% ed è stato uno dei titoli con la peggiore performance nel paniere del Dow Jones.

Gli investitori possono però guardare oltre le oscillazioni di breve termine mentre cercano crescita e reddito, visto che le azioni Coca-Cola forniscono un buon equilibrio tra questi due obiettivi.

Le prospettive di crescita sono state potenziate a fine ottobre grazie a un aumento del 14% dei volumi di vendita globali.

Dopo una breve crisi legata alla pandemia, la Coca-Cola è tornata alla sua vecchia abitudine di assorbire quote di mercato nell'enorme industria globale delle bevande.

Certo, la domanda sarà volatile nei prossimi trimestri perché l'attività di Coca-Cola è sensibile a qualsiasi cambiamento nei modelli di mobilità, come quelli causati dagli sforzi di distanziamento sociale.
Qesto Dividend King però ha tutti gli ingredienti necessari per generare solidi rendimenti a lungo termine.

A ciò si aggiunga una solida redditività, un flusso di cassa in aumento e un dividendo con un rendimento nell'ordine di circa il 3%.