La seduta odierna prosegue in buon rialzo per Banca Ifis che, pur avendo ritracciato dai massimi intraday, si mantiene in pole position nel paniere el Ftse Italia Mid Cap.

Banca Ifis in bella mostra sul Ftse Italia Mid Cap

Il titolo, dopo aver ceduto oltre un punto percentuale ieri, ha calamitato da subito l'attenzione gli acquirenti oggi.  
Banca Ifis si presenta negli ultimi minuti a 16,91 euro, con un rialzo del 2,36% e circa 200mila azioni scambiate fino ad ora, già in linea con la media degli ultimi 30 giorni.

Banca Ifis: in arrivo lunedì dividendo di 1,1 euro per azione

Il titolo guadagna terreno dopo che la banca, alla luce della raccomandazione di Banca d'Italia del 27 luglio 2021 in merito alla distribuzione dei dividendi e alle politiche di remunerazione variabile delle banche, ha comunicato che darà esecuzione alla distribuzione del dividendo pari a 1,1 euro.

Si tratta della cedola relativa all’esercizio 2019 e non distribuita nel corso del 2020 a causa del ban imposto dal regolatore a seguito della crisi legata a Covid-19.

La data di stacco cedola è stata fissata il 18 ottobre, con pagamento dal 20 ottobre, segnalando che ai valori correnti del titolo, il dividendo offre un rendimento pari al 6,5%.

Banca Ifis: Equita commenta la notizia del dividendo

Gli analisti di Equita SIM ricordano che il dividendo era già stato classificato come debito verso soci, conseguentemente il suo pagamento non avrà impatto sui ratio patrimoniali del gruppo.

Sebbene già parzialmente scontato nei prezzi di mercato, gli esperti ritengono che la notizia sul pagamento del dividendo sia positiva per il titolo.

L’eventuale rafforzamento del Common Equity Tier 1, conseguente ad un esito favorevole in merito al trasferimento de La Scogliera in Svizzera (novità attese entro fine anno) e il nuovo piano industriale, potrebbero costituire ulteriori catalizzatori a sostegno del price momentum.

In attesa di novità, gli analisti di Equita SIM non cambiano idea su Banca Ifis e mantengono una view cauta, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 14,5 euro.