A Piazza Affari la nuova stagione dei dividendi è ufficialmente partita subito dopo Pasqua, con diversi titoli che hanno già remunerato i loro azionisti.

Dividendi a Piazza Affari: grande attesa per gli stacchi di maggio

I riflettori però sono puntati sull'appuntamento in agenda a maggio e precisamente il giorno 23, quando è previsto lo stacco cedola di quasi metà delle blue chips, oltre ai titoli di altri panieri.

Tante le buone notizie con dividendi in crescita rispetto allo scorso anno e in alcuni casi davvero molto allettanti, con rendimenti a doppia cifra per alcuni.

Non mancano però anche le cattive notizie e segnaliamo in particolare quella riguardante FNM, i cui azionisti sono destinati a rimanere a bocca asciutta anche quest'anno.

FNM: l'assemblea è contraria alla distribuzione del dividendo

La Regione Lombardia, che controlla il 57,57% del principale gruppo integrato nella mobilità sostenibile in terra lombarda, ha espresso voto contrario alla proposta del CDA di distribuire un dividendo di 2,3 centesimi per azione.

Una cedola peraltro interessante, visto che ai valori correnti di FNM offrirebbe un rendimento pari al 4,31%.

Il management della società, durante il mese di settembre scorso ha presentato per la prima volta il piano industriale 2021-2025.

Questo prevedeva 850 milioni di euro di investimenti, un tasso composto di crescita annuo in media dell'11% per l'EBITDA e soprattutto una politica del dividendo interessante, con una cedola 2021 di 0,023 euro ed in crescita del 16% medio nell’arco di piano.

FNM: dividendo salta per la seconda volta. OK a piano di buy-back

Equita SIM ricorda che intanto l'assemblea di FNM ha rinnovato l’autorizzazione al CDA all’acquisto di azioni proprie fino a 21,7 milioni di titoli, pari al 5% del capitale.

Gli analisti evidenziano che si tratta del secondo anno consecutivo in cui il Cda di FNM propone la distribuzione di un dividendo e l’assemblea esprime voto contrario.

FNM crolla, ma per Equita SIM resta un buon affare

Per un titolo infrastrutturale come FNM, secondo Equita SIM la mancata distribuzione di dividendi riduce la visibilità sulla remunerazione per gli azionisti e quindi l’appeal del titolo stesso.

Non cambia in ogni caso la view su FNM che per la SIM milanese merita una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 0,9 euro, valore che implica un potenziale di upside rispetto ai livelli correnti a Piazza Affari.

Intanto quest'oggi FNM subisce un pesante sell-off, scendendo per la terza seduta di fila, dopo aver chiuso quella di ieri con un calo di quasi un punto  e mezzo percentuale.

Ben più pesante la flessione odierna, visto che il titolo è fotografato a 0,528 euro, con un affondo del 6,71% e oltre 850mila azioni trattate, più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 340mila.