Anche quest'ultima seduta della settimana prosegue in calo per Banca Generali che perde terreno per la quarta giornata di fila.

Banca Generali ancora in rosso, ma meno del Ftse Mib

Il titolo, dopo aver ceduto quasi un punto percentuale ieri, mostra un andamento meno pesante oggi, difendendosi meglio del Ftse Mib.

Banca Generali negli ultimi minuti è fotografato a 40,91 euro, con una flessione dello 0,46% e circa 650mila azioni transitate sul mercato fino ad ora, già al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 600mila.

Il titolo indossa la maglia rosa nel settore del risparmio gestito, sostenuto anche dall'attesa per l'appuntamento di lunedì prossimo.

Banca Generali: lunedì arriva il dividendo

Banca Generali infatti lunedì prossimo staccherà il dividendo, da mettere in pagamento mercoledì 24 novembre.
La cedola in arrivo è pari a 2,7 euro e rapporta al valore corrente del titolo offre un rendimenti super del 6,6%.

In occasione della presentazione dei conti del terzo trimestre, Banca Generali ha fatto sapere che il Cda ha approvato un dividendo complessivo di 3,3 euro per azione, con riferimento  agli esercizi 2019-2020.

Nel dettaglio, il Board ha verificato l'avveramento delle condizioni cui era subordinato il pagamento del dividendo da 2,7 euro per azione, a valere in parte sugli utili 2020 e in parte sulla Riserva degli utili a nuovo degli esercizi precedenti per 26.292.183 euro.

Banca Generali procederà quindi al pagamento del dividendo dopo aver verificato l'assenza di limiti e condizioni dettati dalla Bce e dalla Banca d'Italia, che potessero confliggere ovvero limitare la distribuzione determinata dall'assemblea.

Lo stacco cedola avviene in conformità al mantenimento di un Total Capital Ratio individuale e consolidato superiore ai minimi regolamentari individuati nello Srep, incrementati di un buffer dell'1,7%, corrispondenti rispettivamente al 9,7% e 13,5%.

Banca Generali: a febbraio prossimo c'è un'altra cedola

Il dividendo in arrivo lunedì 22 novembre è solo una parte di quello complessivo, visto che Banca Generali il 22 febbraio 2022 ne staccherà un altro, con pagamento il 23 febbraio.

Il Cda che dovrà verificare l'avveramento delle condizioni cui è subordinato il pagamento si terrà in occasione della presentazione dei conti del al 31 dicembre 2021.  

La cedola in questione sarà pari a 0,6 euro, con un rendimento pari all'1,47% in relazione ai valori attuali del titolo.

Sommando questo dividendo a quello in arrivo lunedì prossimo, si ottiene un rendimento complessivo pari all'8,07%, segnalando che tale valore è uno dei più alti tra le blue chips, malgrado si sia ridotto in seguito al deciso apprezzamento di Banca Generali negli ultimi 4-5 mesi.