Il Consiglio di Amministrazione di doValue S.p.A. (il "Gruppo" o "doValue") riunitosi in data odierna, confermando i risultati preliminari resi noti lo scorso 25 febbraio, il Consiglio di Amministrazione di doValue S.p.A. (il "Gruppo" o "doValue") ha approvato il Progetto di Bilancio d'esercizio 2020, che verrà sottoposto all'approvazione dell'Assemblea degli Azionisti, nonché il Bilancio consolidato relativo all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2020.

Principali risultati consolidati e KPIs al 31 dicembre 2020 rispetto al 2019 restated:
• Portafoglio gestito pari a €158 miliardi (Gross Book Value), +20% rispetto a €132 miliardi del 2019;
• Nuove masse in gestione per oltre €13 miliardi, €8,6 miliardi (Gross Book Value) da nuovi mandati e €4,4 miliardi da flussi relativi a contratti di lungo periodo ("contratti flusso"), superando la guidance per l'intero anno;
• Ricavi lordi a €418,2 milioni, in crescita del +15% rispetto a €363,8 milioni nel 2019;
• Ricavi netti a €368,1 milioni, +14% rispetto a €323,7 milioni nel 2019;
• EBITDA esclusi gli elementi non ricorrenti pari a €125,3 milioni, rispetto a €140,4 milioni nel 2019; Margine EBITDA esclusi oneri non ricorrenti pari al 30% (39% del 2019);
• Risultato di periodo attribuibile agli Azionisti della Capogruppo esclusi oneri non ricorrenti pari a €20,8 milioni, in netto miglioramento rispetto ai €3,5 milioni al 30 settembre 2020;
• Posizione finanziaria netta negativa per €410,6 milioni, in aumento rispetto a fine 2019 quando era negativa per €236,5 milioni, che include il debito contratto per l'acquisizione del servicer greco FPS, ora doValue Greece, per un ammontare di €265 milioni e l'impatto transitorio dell'acquisizione di note mezzanine per € 21 milioni circa nell'ambito della strategia di co-investimento; generazione di free cash flow operativo pari a circa €120 milioni, con un rapporto di cash conversion calcolato sull'EBITDA reported del 105% e free cash flow di €87 milioni;
• Leva finanziaria Pro forma (posizione finanziaria netta in rapporto all'EBITDA) pari a 2,7x, rispetto a 1,3x di fine 2019, in linea con le aspettative, che riflette l'acquisizione di doValue Greece ridotta già a fine febbraio per la vendita di note da co-investimento; EBITDA Pro forma esclusi oneri non ricorrenti nel 2020 pari a €153 milioni.

PROPOSTA DI DIVIDENDO
Alla luce della liquidità del Gruppo, nonostante l'impatto dovuto alla crisi da COVID, e considerando inoltre il progressivo miglioramento delle condizioni di mercato a seguito della campagna vaccinale in corso, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre all'Assemblea degli Azionisti una distribuzione di dividendi per €20,8 milioni, pari al 100% dell'utile netto di Gruppo esclusi gli elementi non ricorrenti (pay-out del 100%). Il dividendo per azione sarà dunque pari a €0,2623 , valore calcolato su un numero di azioni in circolazione già al netto delle azioni proprie detenute dalla società pari allo 0,814% del capitale. La distribuzione del dividendo sarà preceduta da una verifica da parte del Consiglio di Amministrazione dell'insussistenza, al tempo del pagamento, di condizioni ostative connesse al rispetto delle previsioni contenute nel Senior Facility Agreement (covenant). Tale verifica sarà condotta dal Consiglio di Amministrazione che ne darà comunicazione al mercato entro la data del 4 agosto 2021. Il dividendo, soggetto all'approvazione dell'Assemblea degli Azionisti e alla verifica di cui sopra da parte del CdA, sarà pagabile in data 9 agosto 2021 (con stacco cedola il 5 agosto 2021 e data di registrazione 6 agosto 2021).

(RV - www.ftaonline.com)