Il Consiglio di Amministrazione di Esprinet, riunitosi il 14 maggio 2019 sotto la presidenza di Maurizio Rota, ha esaminato ed approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2019, redatto in conformità con i principi contabili internazionali IFRS.
Nel primo trimestre del 2019 il mercato italiano della distribuzione di tecnologia è cresciuto del +4% rispetto al 2018 (fonte: elaborazione società su dati Context).

Sono risultati in crescita tutti i segmenti di prodotto con l'eccezione dell'accessoristica (-10%) e, soprattutto, della telefonia (-5%). Il "printing" (stampanti e materiale di consumo) è cresciuto del +2%, i PC del +8% ed il segmento dei prodotti "advanced solutions" (soluzioni per "datacenter" o anche prodotti c.d. "a valore") mostra un progresso del +1%.

Il Gruppo ha fatto segnare una crescita dei *ricavi *di oltre l'11% incrementando la propria quota di mercato di quasi l'1% (con punte del +2% nel comparto "advanced solutions" e del +2% nei PC). Nella telefonia, al contrario, si osserva una riduzione di share del -5% conseguente ad una discesa percentuale dei ricavi quasi tripla rispetto alla discesa del mercato. La clientela "business" è cresciuta del 2,8% ed il Gruppo ha sovraperformato con una crescita più che doppia rispetto al mercato, mentre il "retail" è cresciuto del 9% ed anche in questo segmento il Gruppo ha migliorato la propria quota.
Nel primo trimestre del 2019 il mercato spagnolo della distribuzione di tecnologia è cresciuto del +11% rispetto al 2018. A differenza dell'Italia sono cresciuti tutti i segmenti di prodotto (+20% le "advanced solutions" +24% la telefonia, fra gli altri). Il Gruppo Esprinet ha fatto segnare una crescita dei ricavi del 12% incrementando la propria quota di mercato dello 0,3%. Solo nella "consumer electronics" e nella telefonia il Gruppo non ha sovraperformato l'andamento generale del mercato (-4% e -11% rispettivamente le perdite di share, in quest'ultimo caso per effetto dell'uscita da deal poco redditizi).