Il Consiglio di Amministrazione di Sabaf S.p.A., riunitosi oggi a Ospitaletto (BS), ha approvato i risultati consolidati dell'anno 2014 e il progetto di bilancio della capogruppo, nonché la Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari richiesta dall'art. 123-bis TUF e la Relazione sulla remunerazione 2014 predisposta ai sensi dell'art 123-ter TUF. Si tratta di dati già in parte anticipati a febbraio.

Risultati consolidati di Gruppo *
Nel 2014 il Gruppo Sabaf ha conseguito risultati soddisfacenti: ad un apprezzabile aumento delle *vendite
, che hanno raggiunto i 136,3 milioni di euro (+4,1% rispetto ai 131 milioni di euro del 2013), si è accompagnato un più che proporzionale miglioramento della redditività, reso possibile dagli ulteriori incrementi di produttività, da una minore incidenza dei costi fissi e dal contributo crescente delle attività in Turchia.

L'incremento delle vendite è attribuibile principalmente alla crescita dei rubinetti in lega leggera, la famiglia di prodotti maggiormente innovativa e su cui il Gruppo ha investito molto nell'ultimo decennio; nel 2014 il Gruppo ha ottenuto nuove importanti commesse e ha incrementato la propria quota di fornitura ad alcuni dei principali clienti. Le vendite di rubinetti in ottone, per converso, rivestono un peso sempre inferiore.

Per quanto riguarda i bruciatori, si evidenza il buon incremento delle vendite di bruciatori speciali, anche grazie all'introduzione di nuovi modelli, disponibili in diverse versioni per tutti i mercati. Le vendite di bruciatori standard hanno invece subito una moderata flessione. In ulteriore ripresa, infine, sono state le vendite di cerniere.

Nel 2014 il mercato italiano non ha purtroppo ancora mostrato segnali di ripresa e le vendite si sono attestate su un livello analogo al 2013.