Saes Getters: cda approva dati 1° semestre, ricavi +2%, utile 3,6 milioni di euro (+17%), outlook confermato.

Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2012, che confermano la crescita del fatturato e dei margini
Fatturato consolidato del semestre pari a 77,5 milioni di euro, in crescita del 2% rispetto a 76 milioni di euro del primo semestre 2011. Effetto dei cambi positivo, pari al 6,8%
Utile industriale lordo consolidato a 32,8 milioni di euro (42,3% del fatturato consolidato), in crescita del 7,4% rispetto ai 30,5 milioni di euro (40,1% dei ricavi consolidati) del primo semestre 2011
EBITDA pari a 14 milioni di euro (18,1% dei ricavi consolidati), in crescita rispetto a 13,3 milioni di euro nel corrispondente semestre del 2011 (17,5% dei ricavi consolidati)
Utile operativo consolidato pari a 8,3 milioni di euro (10,7% dei ricavi consolidati), in crescita (+12,6%) rispetto a 7,4 milioni nel primo semestre 2011 (9,7% dei ricavi consolidati)
Utile netto consolidato dei primi sei mesi del 2012 pari a 3,6 milioni di euro (4,6% dei ricavi consolidati), in crescita del 17% rispetto a 3 milioni di euro del primo semestre 2011 (4% dei ricavi)
Sensibile miglioramento della Net Financial Position, al netto degli esborsi per dividendi e dei versamenti in conto capitale a favore della joint venture Actuator Solutions GmbH
Si segnala l'inizio dell'attività manifatturiera e commerciale da parte di Actuator Solutions GmbH
Milano, 27 luglio 2012 - Il Consiglio di Amministrazione di SAES Getters S.p.A., riunito oggi a Lainate (MI), ha approvato i risultati consolidati del Gruppo relativi al primo semestre 2012 (1 gennaio - 30 giugno).
"Forte soddisfazione per i risultati del primo semestre 2012, che si chiude con ricavi e marginalità in crescita, nonostante i primi effetti dell'attesa contrazione nel settore dei semiconduttori; ottimi risultati anche dal punto di vista della generazione di cassa - ha dichiarato l'Ing. Massimo della Porta, Presidente di SAES Getters S.p.A. - Per i prossimi mesi, si prevede un progressivo impatto del downturn del mercato dei semiconduttori, in buona misura compensato dalla crescita dei nuovi prodotti recentemente sviluppati e introdotti sul mercato dal Gruppo"