Si è riunito oggi a Roma, presieduto da Marco De Benedetti, il Consiglio di Amministrazione di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A. che ha approvato i risultati consolidati al 30 giugno 2019 presentati dall'Amministratore Delegato Laura Cioli.

I ricavi consolidati,pari a €302,9mn, hanno registrato una flessione del 6,1% rispetto al primo semestre del 2018. I ricavi derivanti dalle attività digitalirappresentano complessivamente il 12,2% del fatturato consolidato (15,2% sul brandRepubblica). In particolare i ricavi da edicola digitale sono cresciuti complessivamente di oltre il 35%.

Il margine operativo lordo rettificato ammonta a €23,5mn, €16,3mn prima dell'applicazione dell'IFRS 16 che si confronta con i €21,9mn del primo semestre del 2018. Il margine operativo lordo è stato pari a €20,2mn(€13,0mnal nettodegliimpatti dell'IFRS 16), includendo oneri per ristrutturazioni per complessivi €3,3mn derivanti principalmente dalle ulteriori razionalizzazioni dell'assetto industriale e delle strutture commerciali locali della concessionaria di pubblicità del Gruppo.

Il risultato netto consolidato è negativo per €19,1mn (-€18,4mn escludendo gli effetti dell'IFRS 16) recependo gli effetti della cessione di Persidera (-€17,3mn) e oneri per ristrutturazioni con impatto sul risultato netto pari a €2,5mn. Il primo semestre del 2018 si era chiuso con un utile netto consolidato di €4,3mn.

In particolare, in data 5 giugno 2019, la Capogruppo GEDI Gruppo Editoriale SpA, d'intesa con TIM SpA, altra parte venditrice, ha sottoscritto un accordo vincolante con F2i e Ei Towers per la cessione della propria partecipazione del 30% nella società Persidera, asset non core del Gruppo. L'intesa prevede un corrispettivo per GEDI pari a €74,5mn, da cui verranno detratti al closing i dividendi distribuiti nel corso del 2019 (pari a €4,3mn incassati nel mese di aprile) ed a cui saranno aggiunti gli interessi che matureranno dal 1° agosto fino alla data del closing.