Il Consiglio di Amministrazione di GIMA TT S.p.A., leader nel settore delle macchine automatiche per il packaging dei prodotti derivati del tabacco, riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Sergio Marzo, ha approvato i risultati al 30 giugno 2019. GIMA TT ha chiuso il primo semestre del 2019 con ricavi pari a 39,5 milioni di euro (95,6 milioni di euro al 30 giugno 2018). Il margine operativo lordo (EBITDA) ante oneri non ricorrenti relativi al progetto di fusione per incorporazione della Società nella controllante IMA S.p.A. è pari a 10,3 milioni di euro, mentre il margine operativo lordo (EBITDA) è risultato pari a 9,8 milioni di euro (36,2 milioni di euro al 30 giugno 2018), valore che include un effetto positivo pari a 0,4 milioni di euro derivante dall'applicazione del nuovo principio contabile IFRS 16 Leases. L'utile operativo (EBIT) ammonta a 8,9 milioni di euro (35,8 milioni di euro al 30 giugno 2018) e l'utile prima delle imposte a 8,8 milioni di euro (35,7 milioni di euro al 30 giugno 2018). Nei primi sei mesi del 2019 i nuovi ordini acquisiti ammontano a 33,1 milioni di euro, rispetto agli 82,1 milioni di euro nel corrispondente periodo dell'esercizio precedente. Il portafoglio ordini al 30 giugno 2019 ammonta a 47,1 milioni di euro (96,9 milioni di euro al 30 giugno 2018). La posizione finanziaria netta di GIMA TT al 30 giugno 2019 è positiva e pari a 2,5 milioni di euro (21,2 milioni di euro al 30 giugno 2018), dopo aver distribuito, nel mese di maggio 2019, dividendi per 36,8 milioni di euro. Tale valore include anche l'effetto negativo, per un importo pari a -4,3 milioni di euro, derivante dall'applicazione del nuovo principio contabile IFRS 16 Leases.