Piazza Affari debole appesantita dallo stacco dei dividendi. Il Ftse mib perde lo 0,20%, il Ftse Italia All Share lo 0,25% mentre il Ftse Italia Star cede lo 0,49%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 24 giugno:

Digital Bros*

Momento delicato per Digital Bros che sale a inizio ottava oltre la trend line che scende dai top di aprile, a 5,90 circa, inviando un segnale di forza che potrebbe preludere alla realizzazione di un nuovo impulso al rialzo verso 7,15 euro ed eventualmente fino a 7,60 circa. Discese sotto area 5,60 comporterebbero invece un deterioramento verso quota 5,30, linea che sale dai minimi dello scorso dicembre. -Target: 7,60 euro
-Negazione: 5,60 euro
-RSI (14): neutrale

Leonardo

Leonardo preme contro i massimi del 2018 a 11,40/11,45 in attesa di nuovi spunti per scardinare quest'ultima barriera e dispiegare gli effetti di un ampio testa e spalle rialzista disegnato a partire dall'estate dello scorso anno verso obiettivi ipotizzabili a 12,80 e 14,10 euro circa. Le attese di crescita verrebbero compromesse nel caso di perentorio ritorno al di sotto di 10,35 euro, preludio ad un nuovo test a 10 euro.
-Target: 12,80 euro
-Negazione: 10,35 euro
-RSI (14): neutrale

Eurotech

Eurotech balza oltre la linea che scende dai massimi dello scorso novembre, a 4,15 circa, aprendo la strada per una nuova corsa anche oltre 4,51 euro verso 4,70 circa, lato superiore di un canale disegnato dai minimi di dicembre. Al contrario, discese sotto area 4 porterebbero a un nuovo test della base del citato canale a 3,67 circa.
-Target: 4,51 euro
-Negazione: 4 euro
-RSI (14): ipercomprato

Unieuro

Brutta partenza per Unieuro che avvia l'ottava a 13 euro, dopo aver terminato venerdì a 14,24 euro, salvo poi tentare un recupero. Chiusure sotto 13,54 euro, minimo di maggio, completerebbero un doppio massimo formatosi negli ultimi due mesi da 14,90 euro, per target negativo a 12,20 circa. Una chiusura oltre 13,54 potrebbe invece lasciare aperta la possibilità di un rimbalzo verso i recenti massimi a 14,90.