Ancora in rally a Piazza Affari il titolo di *ItaliaOnline *dopo i recuperi di ieri: l'azione accumula in tarda mattinata un vantaggio di 4,24 punti percentuali sul riferimento riportandosi a 3,05 euro dopo un allungo a quota 3,12 euro. La capitalizzazione complessiva della ex Seat Pagine Gialle si pone dunque a 337,96 milioni di euro.

La società che fornisce servizi email, operando anche da concessionaria di web advertising e da agenzia di comunicazione digitale, ha distribuito ai propri soci lo scorso 10 maggio una *cedola *da 0,692 per ogni azione ordinaria e da 90,692 euro per le risparmio.
Si è trattato di una scelta maturata all'ultima *assemblea del 27 aprile *dopo una richiesta esplicita dei soci di riferimento. Si è trattato di una decisione non esente da polemiche e c'è chi ha fatto notare che la riorganizzazione della società prevede ancora il ricorso alla *cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) *fino al giugno 2018 per un massimo di 700 dipendenti (alla data dell'assemblea però i dipendenti in cassa integrazione a zero ore erano 276 e quelli in cassa integrazione a rotazione erano 307). Il ricorso alla CIGS è peraltro vincolato a investimenti nel programma di riorganizzazione del gruppo che però ItaliaOnline ritiene di potere effettuare nonostante la distribuzione della cedola.
Le critiche alla proposta di dividendo avanzata dai soci di ItaliaOnline Libero Acquisition, Avenue e fondi Golden Tree sono giunte per esempio dalla *rappresentante degli azionisti di risparmio *Stella d'Atri.

Va ricordato che successivamente alla citata assemblea del 27 aprile 2017, in data 11 maggio il cda del gruppo ItaliaOnline ha pubblicato i risultati del *primo trimestre del 2017 *che si è concluso con ricavi in calo del 16% a 70 milioni di euro, ma con un ebitda in miglioramento del 64% a 10 milioni di euro. Importante la crescita del free cash flow del 40% a 30 milioni di euro. Il periodo si chiudeva con un utile da 2 milioni di euro contro il rosso da 11 milioni del corrispondente periodo del 2016.