Unipol

Unipol Gruppo accelera al rialzo e tocca i massimi da fine dicembre grazie ai dati 2019. La raccolta diretta assicurativa sale a 14,0 miliardi di euro (+14,4% a perimetro omogeneo). Il risultato netto balza a 1.087 milioni di euro (+73% rispetto al 2018), mentre il risultato netto normalizzato sale a 732 milioni di euro (+19,5% rispetto al 2018). Il Combined Ratio migliora al 93,7% (94,4% nel 2018). In forte crescita il dividendo proposto pari a 0,28 euro per azione (+56% rispetto al 2018). Confermati i target del Piano Strategico 2019-2021. Le quotazioni si sono spinte fino a 5,306 euro dopo aver terminato giovedì a 4,941 euro. Il titolo ha superato venerdì in area 4,95 euro la media esponenziale a 50 giorni, un segnale di forza che potrebbe essere sufficiente per accompagnare i prezzi al test dei massimi di novembre a 5,44 euro, allineati con quelli di aprile 2015. Oltre quei livelli il target si sposterebbe a 5,79, top dell'aprile 2014. Solo discese sotto area 5 euro potrebbero anticipare il test di 4,75, ultimo supporto prima di quello di 4,59, minimo di gennaio.

Cerved

Si avvicina alla conclusione l'operazione di vendita della divisione Credit Management da parte di Cerved. Il gruppo ha annunciato l'avvio di "un periodo di esclusiva ad Intrum Italy S.p.A. per la negoziazione della potenziale cessione della stessa divisione". A settembre Cerved aveva conferito all'advisor Mediobanca un mandato relativo alla valutazione esplorativa di opzioni strategiche. Secondo le ultime indiscrezioni, Credit Management potrebbe essere ceduta per 450-500 milioni di euro. La scorsa settimana il cda di Cerved ha approvato i dati preliminari del 2019: i ricavi sono aumentati del 13,7%, attestandosi a euro 520,6 milioni rispetto ai 458,1 milioni dell'esercizio precedente (+7,9% su base organica). L'EBITDA Adjusted è salito a 236,6 milioni, +11,3% a/a. Al 31 dicembre 2019 l'Indebitamento Finanziario Netto si è attestato a euro 549,5 milioni rispetto a 591,1 milioni al 31 dicembre 2018. Il rapporto tra Indebitamento Finanziario Netto e EBITDA Adjusted degli ultimi 12 mesi si è attestato a 2,3x al 31 dicembre 2019, in calo dal 2,7x dell'esercizio precedente. I dati definitivi saranno approvati il 13 marzo prossimo. L'analisi del grafico di Cerved evidenzia l'avvicinamento del titolo al massimo del marzo scorso a 9,6650 euro, ostacolo decisivo nel medio/lungo periodo. Una vittoria sullo stesso riattiverebbe il movimento ascendente in essere da fine 2018 in direzione di 10,79, picco di maggio 2018, con obiettivo successivo sul record storico del gennaio 2018 a 11,75. Discese sotto 8,80 preannuncerebbero invece un test di 8,30/8,40, supporti determinanti per scongiurare l'avvio di una corposa correzione (primo appoggio a 7,60).