La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana in rialzo grazie al settore tecnologico. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,14%, l'S&P 500 lo 0,18% e il Nasdaq Composite lo 0,74%. Seduta volatile a causa delle incertezze sulla crescita economica globale e sull'asse Usa-Cina.
Male finanziari ed energetici. Il petrolio ha perso il 3,06% a 51 dollari al barile.
Tra i titoli in evidenza Facebook +3,22%. Il social network ha autorizzato un nuovo piano di riacquisto di azioni proprie per complessivi 9 miliardi di dollari, che va ad aggiungersi al buyback da 15 miliardi, senza scadenza, iniziato lo scorso anno.
Qualcomm +2,23%. Il produttore di chip per smartphone ha ottenuto da un tribunale cinese lo stop delle vendite di iPhone in Cina (che utilizzano un "vecchio" sistema operativo) nell'ambito di un contenzioso con Apple (+0,66%) su alcuni brevetti.
Nutrisystem +27,72%. Tivity Health ha annunciato l'acquisto del gruppo degli integratori alimentari in una operazione dal valore di circa 1,4 miliardi di dollari. Gli azionisti Nutrisystem riceveranno 38,75 dollari in contanti e 0,2141 dollari per ogni azione.
Campbell Soup -0,16%. Secondo Reuters, Ferrero avrebbe intenzione di rilevare le attività internazionali del colosso delle zuppe in scatola.
Amgen +1,38%. La biotech ha comunicato l'approvazione da parte del board di una cedola per il primo trimestre dell'esercizio 2019 di 1,45 dollari per azione, in aumento del 10% rispetto alle quattro precedenti. Il dividendo andrà in pagamento il prossimo 8 marzo su posizioni al 15 febbraio.
Systemax +16,68%. Il gruppo dei prodotti e servizi alle imprese verserà un dividendo speciale da 6,50 dollari per azione.
Xperi +43,74%. Il gruppo tecnologico ha rivisto al rialzo le stime per il trimestre in corso e per l'intero esercizio.