Il Consiglio di Amministrazione di La Doria S.p.A., Azienda leader nella produzione di derivati del pomodoro, sughi pronti, legumi e succhi e bevande di frutta a marchio della Grande Distribuzione, ha approvato, ad Angri, la Relazione Finanziaria annuale al 31 Dicembre 2018, che verrà sottoposta all'Assemblea degli Azionisti convocata per l'11 giugno prossimo in prima convocazione e, all'occorrenza, il 12 giugno in seconda convocazione.

Risultati economico-finanziari 2018
Fatturato in crescita grazie al significativo aumento dei volumi venduti e calo della marginalità - rilevatosi superiore alle attese - a causa della discesa dei prezzi di vendita e all'aumento dei costi di produzione, registrato soprattutto a partire dall'ultima parte del terzo trimestre, che ha riguardato l'attività manifatturiera del Gruppo.
- Ricavi consolidati a 687.9 milioni di Euro (669.1 milioni nel 2017). +3.4% a parità di cambio.
- EBITDA a 52.8 milioni di Euro (60.1 milioni nel 2017). Ebitda margin dal 9% al 7.7%.
- EBIT a 34.7 milioni di Euro (41.6 milioni nel 2017). Ebit margin al 5.1% dal 6.2%
- Utile netto a 27.3 milioni di Euro (30.4 milioni di euro nel 2017).
- Indebitamento netto in aumento a 112.3 milioni di Euro dai 98.1 milioni di euro al 31.12.2017 a seguito degli ingenti investimenti realizzati, pari a oltre 45 milioni di euro.
- Debt/EBITDA da 1.63 a 2.12, gearing da 0.43 a 0.47.

Dividendo Proposto dividendo di 18 centesimi di euro per azione.

Nuove guidance 2019-2021
Le nuove previsioni si basano su uno scenario macroeconomico peggiorato e tengono conto di una congiuntura di settore più sfavorevole contraddistinta, da una parte, da un quadro inflattivo dal lato del costo delle materie prime anche a seguito dell'introduzione di dazi europei all'import di alcuni prodotti dagli Stati Uniti, dall'altro dal perdurare della pressione esercitata dalle grandi catene distributive sui fornitori dal lato dei prezzi di vendita.