Il Consiglio di Amministrazione di Longino & Cardenal, attiva nella ricerca, selezione e distribuzione di cibi rari e preziosi e punto di riferimento per l'alta ristorazione nazionale ed internazionale, si è riunito in data 25 marzo 2020, in audio conferenza, per l'approvazione del Bilancio Consolidato e del progetto di Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019.

Riccardo Uleri, Presidente e Amministratore Delegato di Longino & Cardenal, ha così commentato: "Il 2019, appena concluso, è stato caratterizzato da un fatturato di oltre 33 milioni di Euro in aumento del 5,2% e un EBITDA di 1,6 milioni di Euro. In particolare, la crescita del fatturato è stata generata dalla Capogruppo che evidenzia un incremento del 2,7%. Inoltre, la sede di Dubai, dopo molti anni di investimenti, ha realizzato un incremento del fatturato su base annua del 79% a € 1,2 milioni, di fatto raggiungendo anche il pareggio operativo e la filiale di Hong Kong ha registrato un incremento di fatturato dell'8,2% a € 3,7 milioni, con un EBITDA del 12,5%, nonostante gli effetti negativi generati dallo sfavorevole contesto socio-politico che hanno fortemente penalizzato la seconda parte dell'anno.
Il Satiro Danzante, pur avendo mantenuto costante il fatturato a € 0,9 mln, ha registrato un risultato positivo in termine di marginalità, con un EBITDA pari al 4,1%. Nel corso del 2019 la Società ha implementato un significativo piano di investimenti a medio termine con l'obiettivo di strutturarsi dal punto di vista manageriale ed espandersi all'estero.
Tali investimenti hanno permesso al Gruppo di potenziare la struttura organizzativa e la rete commerciale, fare il suo ingresso nel mercato USA attraverso la costituzione e l'avvio di Longino & Cardenal USA Corp., controllata al 100% da Longino & Cardenal S.p.A. e diversificarsi attraverso lo sviluppo della start up produttiva UMAMI specializzata nella produzione di aglio e scalogno nero.

Oggi, per effetto dell'emergenza COVID 19, la società continua a perseguire i propri progetti di espansione anche attraverso lo sviluppo del canale on line, lanciato in risposta alle numerose richieste, che riteniamo potrà essere ulteriormente sviluppato e consolidato nel prossimo futuro."

*Principali risultati consolidati al 31 dicembre 2019
*Il Gruppo Longino & Cardenal ha registrato *Ricavi *pari ad Euro 33,7 milioni, in crescita del 5,2% rispetto a Euro 32,0 milioni dell'esercizio precedente, grazie, in particolare, alla crescita registrata all'estero dalla sede di Dubai (+79%) e di Hong Kong (+8,2%).

L'*EBITDA *si attesta a Euro 1,6 milioni con un EBITDA Margin del 4,8%, rispetto a Euro 2,0 milioni al 31 dicembre 2018, principalmente per effetto dell'aumento dei costi finalizzati a strutturare la Capogruppo e per effetto di costi operativi pari a Euro 140 mila indirizzati al perseguimento dei progetti di internazionalizzazione e all'avvio della start up produttiva Umami.

L'*EBIT *è pari a Euro 1,3 milioni rispetto a Euro 1,8 milioni al 31 dicembre 2018, dopo accantonamenti ed ammortamenti pari a circa Euro 0,4 milioni, in crescita per effetto degli oneri di quotazione.

L'*Utile Netto *si attesta a Euro 0,9 milioni, rispetto a Euro 1,2 milioni al 31 dicembre 2018, dopo la rilevazione di componenti straordinari legati al riconoscimento del credito d'imposta sugli oneri di quotazione.

La *Posizione Finanziaria Netta *è attiva (cassa) per Euro 1,4 milioni, in miglioramento rispetto ad una Posizione Finanziaria Netta attiva per Euro 1,2 milioni al 31 dicembre 2018, da ricondursi prevalentemente alla generazione dei flussi di cassa provenienti dalla gestione operativa.

Il *Patrimonio netto *è pari a Euro 7,2 mln in rafforzamento rispetto a Euro 6,2 mln al 31 dicembre 2018.

*Principali risultati della Capogruppo Longino & Cardenal S.p.A. al 31 dicembre 2019
*I Ricavi sono pari a Euro 29,3 milioni (Euro 28,5 milioni al 31/12/2018). L'EBITDA è pari a Euro 1,2 milioni (Euro 1,7 milioni al 31/12/2018), l'EBIT pari a Euro 1,0 milioni (Euro 1,5 milioni al 31/12/2018). L'Utile Netto è pari a Euro 0,8 milioni (Euro 1,0 milioni al 31/12/2018).
La Posizione Finanziaria Netta attiva (cassa) è pari a Euro 1,3 milioni (attiva per Euro 1,8 milioni al 31/12/2018). Il Patrimonio netto è pari a Euro 8,0 mln (Euro 7,2 mln al 31/12/2018).

*Proposta di destinazione dell'utile di esercizio
*Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all'Assemblea degli Azionisti la seguente destinazione dell'utile di esercizio della Capogruppo, pari ad Euro 803.073,82:

  • Euro 40.154,00 a Riserva Legale;

  • Euro 450.419,82 a Riserva Straordinaria;

  • Euro 312.500,00 importo complessivo a distribuzione di un dividendo lordo pari a Euro 0,05 per azione alle n. 6.250.000 azioni ordinarie in circolazione, con data di stacco cedola il 4 maggio 2020 e pagamento il 6 maggio 2020.

Avranno diritto al dividendo coloro che risulteranno Azionisti di Longino & Cardenal S.p.A. al termine della giornata contabile del 5 maggio 2020 (record date).

*Fatti di rilievo avvenuti nel corso del 2019
*

21 gennaio: incrementata al 76% la partecipazione nella società "Il Satiro Danzante", fornitore esclusivo di gamberi rossi e pescato di Mazara del Vallo (Sicilia).

24 gennaio: ingresso nel mercato USA, attraverso la costituzione e l'avvio di Longino & Cardenal USA Corp., società controllata al 100% da Longino & Cardenal S.p.A. Responsabile di questa nuova società è stato nominato Andrea Bertali, già country manager della controllata Longino & Cardenal Ltd, con sede a Hong Kong, di cui ha gestito anche la fase di start up.

28 maggio: Longino & Cardenal viene premiata da Deloitte come "Best Managed Company" per l'edizione 2019 dei Best Managed Companies Awards (BMC).

12 giugno: Longino & Cardenal investe nella costituzione della società Umami con una quota del 52%, società interamente dedicata alla produzione e commercializzazione di aglio nero, scalogno nero e loro derivati, oltre alla produzione di aceti di frutta.

29 novembre: nominato il Dott. Paolo Barbieri nel ruolo di CFO. La nomina del Dott. Paolo Barbieri si posiziona all'interno del percorso strategico, già avviato dal Gruppo, di rafforzamento della struttura organizzativa e dei ruoli manageriali.

*Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del periodo
*

17 marzo: Avviata la distribuzione B2C ai privati appassionati di cibi rari e preziosi. Pur in un contesto complesso dovuto all'emergenza COVID-19, Longino & Cardenal lancia il nuovo canale B2C rispondendo alla richiesta di numerosi privati e appassionati di alta cucina, che da oggi potranno ricevere i prodotti L&C destinati fino ad oggi ai principali ristoranti stellati mediante un ordine telefonico o e-mail, e presto attraverso una piattaforma online dedicata, sfruttando la rete logistica, altamente efficiente, già in uso.

Inoltre, Longino & Cardenal, già attivo in molteplici progetti di impatto sociale, si unisce alla lotta contro l'epidemia di Covid-19 avviando una raccolta fondi in sostegno di AREU, Azienda Regionale Emergenza Urgenza - Regione Lombardia, impegnata nella gestione del 118 e nel fornire H24 assistenza a coloro che sono stati colpiti dal virus Covid-19. L'iniziativa è in primis promossa verso clienti e fornitori.

Longino & Cardenal ha deciso che avvierà la raccolta con la prima donazione di Euro 10.000.

Evoluzione prevedibile della gestione
*Nell'incertezza generata a livello globale dalla diffusione del Covid-19, *Longino & Cardenal sta risentendo della situazione attuale a causa della sospensione dell'attività dei clienti principali quali ristoranti ed alberghi, in Italia, nel mondo
.

*I contenuti costi di struttura e la riduzione del costo del personale, con il ricorso agli ammortizzatori sociali, consentiranno di rendere più elastica la struttura dei costi del conto economico. *

La solidità patrimoniale insieme alle disponibilità liquide e le linee di credito permetteranno al Gruppo di far fronte a tutti gli impegni di pagamento anche se questo particolare periodo dovesse prolungarsi.

La situazione attuale ha indotto la Società ad accelerare l'avvio del programma di vendita diretta B2C attraverso il canale online che sta già dimostrando risultati interessanti e che potrebbe svilupparsi anche in futuro come nuova linea di business.

Il top management mantiene la Società pronta a ripartire appena l'emergenza epidemiologica sarà rientrata, al fine di recuperare il trend di crescita nella restante parte dell'anno.

  • Azioni proprie
    *Alla data odierna la Società non detiene né direttamente né indirettamente azioni proprie.

*Avviso di convocazione dell'assemblea ordinaria degli azionisti e deposito della documentazione
*Il Consiglio ha deliberato di convocare l'Assemblea degli azionisti, in prima e unica convocazione, il giorno 27 aprile 2020 per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

  • Approvazione del Bilancio di Esercizio al 31 dicembre 2019 e presentazione del Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2019. Destinazione del risultato di esercizio. Deliberazioni inerenti e conseguenti;

L'Avviso di convocazione dell'Assemblea, che sarà pubblicato entro i termini di legge e di statuto, indicherà altresì le modalità di partecipazione all'adunanza assembleare, nell'ottica in particolare di far fronte alle esigenze dell'attuale situazione di emergenza e in conformità a quanto previsto dalla normativa pro tempore vigente.

Si segnala altresì che l'Avviso di convocazione dell'Assemblea sarà messo a disposizione del pubblico presso la Sede Legale della Società nonché reso disponibile sul sito internet della Società, dove saranno disponibili anche la relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2019, le relazioni illustrative degli amministratori all'Assemblea sulle proposte concernenti gli argomenti posti all'ordine del giorno.

(GD - www.ftaonline.com)