La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana in deciso ribasso a causa dei timori legati all'epidemia di coronavirus. Il Dow Jones ha perso il 3,56%, l'S&P 500 il 3,35% e il Nasdaq Composite il 3,71%. Crescono contagi e vittimi al di fuori della Cina (in particolare in Corea del Sud ed in Italia) e le preoccupazioni per i possibili effetti negativi sulla crescita economica globale.
Male il comparto dei trasporti (in particolare quello aereo) e il settore dei viaggi/tempo libero.
Tra i titoli in evidenza Berkshire Hathaway -3,33%. La holding di Warren Buffett ha comunicato che nell'esercizio 2019 i profitti netti sono rimbalzati da 4,02 a 81,42 miliardi di dollari, attestandosi al nuovo record assoluto (il precedente, del 2017, era di 44,94 miliardi). Performance che come al solito è stata condizionata in positivo dalle plusvalenze sugli investimenti. Nei 12 mesi la conglomerata del Nebraska ha però segnato un declino del 3% dell'utile operativo a 23,97 miliardi. I ricavi sono invece saliti del 2,7% a 254,62 miliardi.
Carter's -12,75%. Il gruppo d'abbigliamento per bambini ha chiuso il quarto trimestre con un utile per azione adjusted inferiore alle attese (2,81 dollari contro i 2,89 dollari del consensus). In linea i ricavi a 1,10 miliardi. La società ha alzato il dividendo trimestrale a 0,60 dollari per azione da 0,50 dollari. La cedola sarà messa in pagamento il prossimo 20 marzo.
WW International -1,94% nonostante l'upgrade di D.A. Davidson. Il broker ha alzato il rating sul titolo dell'ex Weight Watchers a "buy" da "neutral".
Dine Brands -0,9%. La casa madre della catena di ristoranti Applebee's ha registrato nel quarto trimestre un utile per azione a 1,78 dollari, 7 centesimi in più delle attese.