MasterCard ha comunicato martedì l'aumento della cedola trimestrale da 25 a 33 centesimi per azione. Parallelamente è arrivato anche l'annuncio dell'approvazione da parte del board di un piano di riacquisto di azioni proprie da 6,5 miliardi di dollari, che partirà al completamento del precedente buyback da 4 miliardi, cui mancano circa 470 milioni per essere completato. In merito all'annoso contenzioso con Bruxelles sulle commissioni applicate ai commercianti per transazioni cross-border, MasterCard, come la rivale Visa, ha raggiunto un accordo che ne prevede la riduzione allineandole a quelle intra-Ue. Parte dell'accordo anche il pagamento di 650 milioni di dollari in sanzioni nel corso del quarto trimestre. MasterCard aveva chiuso con un crollo del 4,46% la seduta di martedì al Nyse (la rivale Visa aveva perso il 4,39%), in una sessione di vero e proprio sell-off per Wall Street.

(RR - www.ftaonline.com)