Il Consiglio di Amministrazione di Mediaset, riunitosi sotto la Presidenza di Fedele Confalonieri, ha approvato la relazione sul primo semestre 2019 i cui principali dati economici preliminari sono già stati anticipati al mercato con comunicazione del 24 luglio 2019. Il Gruppo Mediaset chiude un semestre che conferma i buoni andamenti registrati nei primi tre mesi, con un risultato operativo e un utile netto superiori agli obiettivi aziendali di inizio anno. Da segnalare la stabilità - a parità di perimetro di offerta - delle quote di mercato pubblicitario sia in Italia sia in Spagna nonostante la perdurante debolezza del comparto e l'assenza rispetto al primo semestre dell'esercizio precedente delle entrate pubblicitarie dei Mondiali di Calcio 2018 e, in Italia, della raccolta legata al Calcio in pay tv e alla Champions League in chiaro. Nel corso del semestre, sono state avviate numerose iniziative di sviluppo industriale. Tra le principali: - l'acquisto avvenuto il 29 maggio di una quota pari al 9,6% del broadcaster tedesco ProSiebenSat.1 Media. L'ingresso amichevole nel capitale della società risponde a una scelta di lungo periodo per creare valore in una logica sempre più internazionale. - la proposta agli azionisti effettuata in data 7 giugno dai Consigli di amministrazione di Mediaset e di Mediaset España di creare una nuova holding attraverso la fusione transfrontaliera di Mediaset e Mediaset España in Mediaset Investment, società di diritto olandese controllata da Mediaset. La nuova holding, che deterrà anche la partecipazione in ProSiebenSat.1 Media, assumerà la denominazione "MFE-MEDIAFOREUROPE NV".
Tornando alla relazione sul primo semestre 2019, l'andamento del Gruppo è sintetizzato nei seguenti risultati: