Il Consiglio di Amministrazione di MFE – Mediaforeurope N.V. ha approvato i risultati al 31 dicembre 2021.

I risultati economici dell'esercizio 2021 del Gruppo MFE-MEDIAFOREUROPE N.V. approvati all'unanimità dal Consiglio di Amministrazione risultano superiori alle stime aziendali di inizio anno e confermano i risultati preliminari anticipati nel Comunicato Stampa del 1 marzo 2022. Pur in un contesto non ancora normalizzato, i dati 2021 ribadiscono che il Gruppo ha registrato un forte incremento dei risultati sia rispetto all'esercizio 2020 sia a quello 2019 pre-pandemia. L'ottimo andamento consente di remunerare in modo significativo già nel primo anno di esercizio l'investimento degli azionisti di MFE-MEDIAFOREUROPE N.V.: il Consiglio di Amministrazione ha infatti deliberato di proporre all'Assemblea degli Azionisti, prevista per il 29 giugno p.v., la distribuzione, in conformità agli articoli 27 e 28 dello Statuto, di un dividendo ordinario lordo, relativo all'esercizio 2021, pari a euro 0,05 per ciascuna azione ordinaria di categoria A e di categoria B. Di seguito i principali risultati del gruppo MFE- MEDIAFOREUROPE N.V..

DATI CONSOLIDATI GRUPPO MFE:
• I Ricavi netti consolidati sono cresciuti a 2.914,3 milioni di euro (+10,5%) rispetto ai 2.636,8 milioni nel 2020.
• Il Risultato operativo (EBIT) rettificato, escludendo le poste non ricorrenti (principalmente relative a lay off e piani di efficienza), ha raggiunto i 475,6 milioni di euro, +52,4% rispetto ai 312,1 milioni del 2020.
• L'Utile netto è salito a 374,1 milioni di euro, +169% rispetto ai 139,3 milioni del 2020 e +97% rispetto ai 190,3 milioni del 2019.
• La Posizione finanziaria netta al 31/12/2021 era pari a - 869,2 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai - 1.064,4 milioni del 31 dicembre 2020.
• La Generazione di cassa caratteristica (free cash flow) è stata positiva per 507,3 milioni di euro, in decisa crescita rispetto ai 311,8 milioni del 2020. Va inoltre considerato che nel corso dell'esercizio sono stati sostenuti investimenti per l'incremento della quota di partecipazione in ProSiebenSat.1 Media per complessivi 115,3 milioni di euro e distribuiti dividendi per 340,6 milioni di euro.

UTILE NETTO CAPOGRUPPO:
La capogruppo MFE chiude il bilancio al 31 dicembre 2021 con un Risultato netto d'esercizio positivo di 214,1 milioni di euro rispetto all'utile di 17,0 milioni di euro del 2020.

DIVIDENDO ESERCIZIO 2021:
Il dividendo ordinario lordo, relativo all'esercizio 2021, sarà pari a euro 0,05 per ciascuna azione ordinaria di categoria A e di categoria B. L'ammontare complessivo del dividendo proposto e, conseguentemente, l'ammontare residuo degli utili da destinare a riserva, varierà in funzione del numero di azioni in circolazione alla data di stacco delle cedole (escludendo quindi le azioni proprie in portafoglio a tale data). In caso di approvazione da parte dell'Assemblea degli Azionisti, il dividendo (con stacco cedola numero 1 per le azioni ordinarie di categoria A e numero 2 per le azioni ordinarie di categoria B) verrà posto in pagamento, in funzione delle tempistiche del settlement dell'OPAS volontaria su Mediaset España Comunicación S.A. annunciata il 15 marzo u.s., nella data che il Consiglio di Amministrazione determinerà e comunicherà al mercato una volta che il calendario dell'OPAS, e quindi anche la data di emissione delle nuove azioni aventi anch'esse diritto di ricevere il dividendo, sarà definito o comunque definibile. Sulla base di quanto a oggi ipotizzabile si prevede, indicativamente, che il pagamento possa avvenire il 21 settembre 2022 (con stacco cedola il 19 settembre 2022 e record date il 20 settembre 2022) e comunque non oltre il mese di novembre.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE:
Nel corso dei primi mesi del 2022 caratterizzati dalla progressiva stabilizzazione dell'emergenza pandemica, il contesto generale ha registrato l'improvvisa escalation della crisi geo-politica internazionale che a fine febbraio è sfociata nell'intervento militare russo in Ucraina. Tale evento, che ha determinato l'adozione da parte della comunità internazionale di misure economiche sanzionatorie verso la Russia, ha ulteriormente innescato forti spinte inflazionistiche già in atto che interessano in particolare le materie prime energetiche e alimentari. E pur in un contesto di imprevedibilità circa l'evoluzione del conflitto, ciò ha generato un immediato processo di revisione al ribasso delle stime annuali di crescita dell'economia dei principali paesi europei. Ma anche a fronte di tale scenario, non si riscontrano impatti significativi sull'andamento degli investimenti pubblicitari che in Italia nel corso del primo trimestre sono risultati addirittura in leggera crescita rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente con un andamento che sulle base delle stime interne disponibili risulta migliore rispetto a quello del mercato. Le campagne pubblicitarie programmate per le prossime settimane non registrano, per il momento, slittamenti, cancellazioni o cambiamenti rispetto alle pianificazioni inizialmente previste. Tuttavia, considerata la forte incertezza legata all'evoluzione di tale scenario, il Gruppo monitora continuamente la propria performance economica e finanziaria. Al momento, grazie al solido posizionamento editoriale confermato dal positivo andamento degli ascolti televisivi registrato anche nei primi mesi dell'anno, grazie all'elevata quota detenuta nel mercato pubblicitario e grazie alla capacità di adeguare rapidamente i costi all'andamento della raccolta di advertising, il Gruppo MFE punta a ottenere anche per l'esercizio 2022 risultati economici e una generazione di cassa positivi.

(RV - www.ftaonline.com)