Si fa riferimento all'offerta pubblica di acquisto volontaria e totalitaria ai sensi degli artt. 102 e 106, comma 4, del TUF promossa da Crédit Agricole Italia ("CAI"o l'"Offerente") sulle azioni ordinarie della Banca Piccolo Credito Valtellinese *("Creval*" o l'"Emittente" e, nel complesso, l'"Offerta"). Si fa inoltre riferimento (i)al comunicato stampa diffuso da CAI in data 28 aprile 2021, con il quale l'Offerente ha reso noti i risultati definitivi dell'Offerta e i termini e le condizioni per lo svolgimento della procedura di adempimento all'Obbligo di Acquisto ai sensi dell'art. 108, comma 2, del TUF (il "Comunicato sui Risultati Definitivi"), e (ii) al comunicato diffuso da CAI in data 26 maggio 2021, con il quale l'Offerente ha reso noti i risultati definitivi della procedura di adempimento dell'Obbligo di Acquisto ai sensi dell'art. 108, comma 2, del TUF e i termini e le condizioni per lo svolgimento della Procedura Congiunta per l'esercizio del Diritto di Acquisto e l'adempimento dell'Obbligo di Acquisto ai sensi dell'art. 108, comma 1, del TUF(il "Comunicato sui Risultati Definitivi dell'Obbligo di Acquisto").

Ove non altrimenti definiti nel presente comunicato, i termini con lettera maiuscola hanno il significato loro attribuito nel documento d'Offerta approvato dalla CONSOB con delibera n. 21771 del 22 marzo 2021 (il "Documento d'Offerta") e disponibile, tra l'altro, sul sito internetdell'Offerente (https://gruppo.credit-agricole.it/opa-creval) e sul sito internet messo a disposizione dal global information agent Morrow Sodali S.p.A. (https://morrowsodali-transactions.com/), nonché nel Comunicato sui Risultati Definitivi e nel Comunicato sui Risultati Definitivi dell'Obbligo di Acquisto.

L'Offerente comunica che in data 4 giugno 2021 è stato effettuato il regolamento della Procedura Congiunta, avente ad oggetto le Ulteriori Azioni Residue, ossia n. 1.962.255 Azioni dell'Emittente, che rappresentano il 2,797% del capitale sociale dell'Emittente.

In particolare, l'Offerente rende noto di aver comunicato all'Emittente in data 4 giugno 2021 l'avvenuto deposito di una somma corrispondenteal corrispettivo complessivo per l'acquisto delle Ulteriori Azioni Residue, pari ad Euro 24.076.868,85, sul conto corrente intestato all'Offerente medesimo ed aperto presso Intesa Sanpaolo S.p.A., vincolato al pagamento del corrispettivo per la Procedura Congiunta agli azionisti titolari delle Ulteriori Azioni Residue.

Conseguentemente, dal momento della comunicazione dell'avvenuto deposito, in data 4 giugno 2021 ha avuto efficacia, ai sensi dell'art. 111, comma 3, del TUF, il trasferimento delle Ulteriori Azioni Residue in favore dell'Offerente, con conseguente annotazione sul libro dei soci da parte dell'Emittente dell'Offerente quale titolare delle Ulteriori Azioni Residue.

I titolari delle Ulteriori Azioni Residue potranno ottenere il pagamento del corrispettivo per la Procedura Congiunta –pari al Corrispettivo dell'Offerta, ossia Euro 12,500 (cum dividendo, ossia inclusivo delle cedole relative ad eventuali dividendi distribuiti dall'Emittente) per ogni Ulteriore Azione Residua – presso i rispettivi Intermediari Depositari.

Poiché la compravendita delle Ulteriori Azioni Residue cade dopo la record date del Dividendo 2021, i titolari di Ulteriori Azioni Residue consegneranno all'Offerente Ulteriori Azioni Residue ex dividendo (vale a dire non inclusive della cedola relativa al Dividendo 2021), in particolare, essi: (i) hanno ricevuto, in data 28 aprile 2021, dall'Emittente, il Dividendo 2021, pari ad Euro 0,23 per Azione; epertanto (ii) riceverannol'importo residuo di Euro 12,270 per ciascuna Ulteriore Azione Residua.

L'obbligo dell'Offerente di pagare il corrispettivo per la Procedura Congiunta si intenderà assolto nel momento in cui le relative somme siano state trasferite agli Intermediari Depositari. Resta adesclusivo carico dei titolari delle Ulteriori Azioni Residue il rischio che gli Intermediari Depositari non provvedano a ritrasferire tali somme agli aventi diritto o ne ritardino il trasferimento.

Ai sensi dell'art.2949 del Codice Civile, decorso il termine di prescrizione quinquennale dalladata di deposito del corrispettivo complessivo per la Procedura Congiunta, ossia dalla data del 4 giugno 2021, l'Offerente avrà il diritto di ottenerela restituzione delle somme depositate a titolo di corrispettivo per la Procedura Congiunta che non siano state riscosse dagli aventi diritto.

Infine, con provvedimento n. 8770 del 27 maggio 2021 adottato ai sensi dell'art. 2.5.1, comma 6, del Regolamento di Borsa, Borsa Italiana ha disposto la revoca dalle negoziazioni dal Mercato Telematico Azionario delle Azioni dell'Emittente *(ISIN: IT0005412025) *a decorrere dalla data del 4 giugno 2021.

(GD - www.ftaonline.com)