Piazza Affari annulla rialzo nel finale. Bene Mediobanca, industriali in rosso. Risale lo spread. FTSE MIB -0,02%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,2%, NASDAQ Composite -0,1%, Dow Jones Industrial +0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,02%, il FTSE Italia All-Share a -0,03%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,07%, il FTSE Italia STAR a -0,30%.

BTP in calo, sale lo spread. Il rendimento del decennale segna 0,93% (chiusura precedente a 0,90%), lo spread sul Bund segna 145 bp (da 140) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che la Commissione Europea ha reso noto che il valore preliminare dell'indice di fiducia dei consumatori è pari a -6,5 punti in settembre risultando superiore al consensus (-7 punti) e alla lettura precedente (-7,1 punti). In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che nel mese di agosto l'Indice dei Prezzi alla Produzione è diminuito dello 0,5% su base mensile risultando inferiore alle attese fissate su un decremento dello 0,2%, e alla rilevazione precedente pari al+0,1%. Su base annuale il PPI e' cresciuto dello 0,3%, inferiore alla rilevazione precedente pari al +1,1% e al consensus +0,6%. L'indice core che non considera i prezzi dell'energia è cresciuto del +0,6% ad agosto rispetto allo stesso periodo del 2018, risultando invariato rispetto a un mese fa.

Mediobanca +2,80% incrementa i guadagni e tocca a 10,06 euro il massimo da maggio 2018. la recente mossa di Leonardo Del Vecchio (salito al 6,94% del capitale, secondo azionista dopo UniCredit, in base ai dati Consob) potrebbe preludere a richieste di modifica dello statuto (per poter nominare un a.d. esterno a Piazzetta Cuccia) e di varo di un piano industriale aggressivo. Secondo il Corriere della Sera Del Vecchio potrebbe incrementare ulteriormente la propria quota: fino al 10% non è richiesta l'autorizzazione della BCE. Il prossimo 28 ottobre è in programma l'assemblea degli azionisti, mentre per il 12 novembre è fissato l'aggiornamento delle linee evolutive del piano strategico 2019-2023.