Piazza Affari in netto rialzo, brilla FCA. FTSE MIB +1,00%.

*Il FTSE MIB segna +1,00%, il FTSE Italia All-Share +0,93%, il FTSE Italia Mid Cap +0,39%, il FTSE Italia STAR +0,51%.

BTP in netto calo. *Il decennale rende il 2,51% (+7 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 239 bp (+4 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei in progresso: Euro Stoxx 50 +1,0, FTSE 100 +0,6%, DAX +1,4%, CAC 40 +0,5%, IBEX 35 +1,2%.

Wall Street in verde: S&P 500 +0,3%, NASDAQ Composite +0,3%, Dow Jones Industrial +0,4%.

*FCA +4,5% *in forte rialzo dopo l'intervista di Robert Peugeot (presidente della holding di famiglia, uno dei principali azionisti di PSA, +2,1% a Parigi) a Les Echos: la famiglia sosterrebbe una nuova acquisizione e con FCA (così come con altri) sembrano poterci essere condizioni favorevoli. L'ipotesi di fusione FCA-PSA circola ormai da anni. A inizio mese il CEO di FCA, Mike Manley, aveva rilasciato dichiarazioni che lasciavano la porta aperta ad alleanze strategiche e fusioni. Poco prima delle parole di Manley, Bloomberg aveva riferito che PSA è interessata a collaborazioni o fusioni per rafforzare la propria posizione fuori dall'Europa: il Lingotto, con la sua forte presenza in USA e Sud America, sembrava essere il candidato ideale.

*Acquisti sugli industriali. *L'indice EURO STOXX Industrials segna +1,2%. A Milano CNH Industrial +2,1%, Leonardo +2,4%, Prysmian +1,2%, STM +0,8%.

Molto bene IMA +3,2% che estende il rally di ieri in scia a ottimi risultati 2018 e alle parole di Alberto Vacchi, presidente e a.d.: i target per il 2019 sono prudenti in quanto il settore tabacchi sconta lo stop agli investimenti dei produttori in attesa delle decisioni della FDA americana: lo sblocco dell'impasse negli States potrebbe spingere il gruppo a rivedere al rialzo gli obiettivi e a effettuare acquisizioni.