Seduta negativa a Piazza Affari a causa dello stacco odierno dei dividendi di alcuni big del listino che pesa per circa 1 punto percentuale sul FTSE Mib. Lo stesso indice segna -0,96%, il FTSE Italia All-Share -0,86%, il FTSE Italia Mid Cap -0,3%, il FTSE Italia STAR -0,15%.
BTP in peggioramento spread in recupero. Il rendimento del decennale segna 2,53% (chiusura precedente a 2,46%), lo spread sul Bund 161 bp (da 164) (dati MTS).
Indici azionari americani in rialzo. Nel primo pomeriggio la National Association of Realtors ha reso noto che i nuovi cantieri residenziali sono cresciuti a marzo passando a 1793mila unita' da 1788 mila unità (+0,3%). Il dato è superiore alle attese degli analisti che si aspettavano un valore pari a 1745 mila unità. Aumentano dello 0,4% le Licenze edilizie a 1873mila unità (consensus 1825 mila unità) da 1865 mila unità.
Tra i titoli che hanno staccato il dividendo troviamo Stellantis -5,16% con una cedola da 1,04 euro: al netto dello stacco della cedola il titolo sarebbe in progresso di oltre il 2%. Il gruppo automobilistico ha comunicato di aver sospeso la propria attività produttiva a Kaluga (in Russia, 150 km a sud ovest di Mosca) "al fine di garantire il pieno rispetto di tutte le molteplici sanzioni e di tutelare i propri dipendenti".
In netto ribasso, sempre per lo stacco dei dividendi, anche Banca Mediolanum -5,63%, Unicredit -3,3%, Prysmian -2,23%, Banco BPM -4,84%, Campari -0,95%, BFF Bank -11,12%, Maire Tecnimont -6,52%, Piaggio -1,57%.
Forte rialzo per Autogrill (+12,3%) in scia alle indiscrezioni su una possibile aggregazione con la rivale Dufry.
Bene Iveco +2,92% in vista dell'appuntamento del 26 aprile con i risultati del primo trimestre 2022, prima trimestrale dopo la separazione da CNH. Il consensus raccolto dalla società prevede per le attività industriali ricavi a 2,902 miliardi di euro, EBIT adjusted a 37 milioni, indebitamento netto negativo (ovvero cassa netta positiva) per 627 milioni. Il risultato netto è positivo per 20 milioni.
Sciuker Frames invariata nonostante la società abbia comunicato 14 nuovi contratti di appalto del valore complessivo pari a 17,1 milioni di euro. Dal 1° gennaio 2022 il calore dei contratti siglati ammonta ad un totale lordo complessivo pari a circa 56,4 milioni "rispetto all'obiettivo di fatturato relativo al business Superbonus 110%, comunicato il 15 febbraio 2022, pari a circa Euro 68 Mln nel 2022 e circa Euro 88 Mln nel 2023".
Mondo TV +7,17% scatta in avanti: "la controllata spagnola Mondo TV Studios ha sottoscritto un'importante vendita a RAI - Radio Televisione Italiana per una serie "fiction", destinata alla fascia pomeridiana di Rai 1, il cui corrispettivo avrà un impatto significativo sui conti della controllata e del gruppo per il 2022 e possibilmente per gli anni futuri". L'importo dovuto da RAI già solo per i primi 100 episodi (sui 485 totali della serie) è rilevante e peserà per circa il 10% sul fatturato consolidato dell'intero Gruppo Mondo TV previsto nel budget 2022.
MARR +7,58% in ottima forma grazie alle indicazioni sul turismo giunte dal fine settimana pasquale. Grazie al ritorno degli stranieri in alcune città d'arte sono stati toccati i livelli record della Pasqua 2019. Gli operatori sono ottimisti dopo un avvio di stagione così promettente. MARR è leader in Italia nella distribuzione specializzata alla ristorazione extra domestica (Foodservice) di prodotti alimentari e non-food.
SECO, +3,68%, accelera al rialzo dopo le incertezze di inizio seduta. Intesa Sanpaolo conferma la raccomandazione buy e il target a 9,50 euro in scia alla guidance 2022 comunicata stamattina. Dopo "aver esaminato lo stato di esecuzione del proprio piano industriale, i livelli di order backlog e order intake, i nuovi design wins e l'andamento generale del business" il management prevede per l'esercizio in corso ricavi pari a circa 200 milioni di euro, in crescita del 78% rispetto ai 112,3 del 2021, quindi in netta accelerazione rispetto al +47,5% dell'anno scorso. Tassi di crescita in aumento anche a livello organico con un +43% circa atteso per il 2022 contro il +28,2% dell'anno scorso. Su base like-for-like la previsione è per un progresso del 38%.

(AC - www.ftaonline.com)