*Piazza Affari in rosso: pesano tensioni USA-Cina e lettera Bruxelles. FTSE MIB -1,29%.
*

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in ribasso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,9%, NASDAQ Composite -1,0%, Dow Jones Industrial -1,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,29%, il FTSE Italia All-Share a -1,25%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,94%, il FTSE Italia STAR a -1,80%.

*La Commissione Europea ha inviato all'Italia l'attesa lettera *di richiesta di chiarimento sui conti pubblici. Il documento è firmato da Valdis Dombrovskis (vice-presidente della Commissione) e Pierre Moscovici (commissario agli affari economici) e prevede una risposta con le obiezioni dell'Italia entro il prossimo 31 maggio 2019 (venerdì). Nella lettera si legge che "l'Italia non ha compiuto progressi sufficienti in direzione dell'adeguamento al criterio del debito lo scorso anno. Di conseguenza, la Commissione valuta la preparazione di un rapporto in accordo all'articolo 126 (3) del Trattato, sul quale il Comitato economico e finanziario (EFC) dovrà esprimere la propria opinione".

BTP in recupero. Il decennale rende il 2,65% contro il 2,69% della chiusura di ieri, lo spread sul Bund segna 282 bp (da 284) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA la Federal Reserve di Richmond ha comunicato che il proprio indice, che misura l'andamento dell'attivita' manifatturiera del Quinto Distretto, si è attestato nel mese di maggio a 5 punti superiore ai 3 punti di aprile, ma inferiore alle attese degli addetti ai lavori pari a 6 punti. In Germania nel mese di aprile il tasso di disoccupazione si e' attestato al 5%, risultando superiore alle attese e alla rilevazione precedente pari a 5%. Il numero di disoccupati e' aumentato di 60 mila unità a fronte di un calo atteso di 8 mila unità e dopo un calo di 12 mila unità in aprile. Secondo quanto riportato dall'Istat, in Italia a maggio 2019 l'indice del clima di fiducia dei consumatori torna ad aumentare dopo tre mesi consecutivi di calo, passando da 110,6 a 111,8. Un'evoluzione positiva si rileva anche per l'indice composito del clima di fiducia delle imprese, che aumenta da 98,8 a 100,2.