Piazza Affari in verde, brilla Buzzi. Spread in crescita. FTSE MIB +0,21%.

*Il FTSE MIB segna +0,21%, il FTSE Italia All-Share +0,31%, il FTSE Italia Mid Cap +0,97%, il FTSE Italia STAR +1,06%.

BTP deboli, spread in lieve rialzo.* Il rendimento del decennale segna 1,27% (chiusura precedente a 1,26%), lo spread sul Bund segna 164 bp (da 162) (dati MTS).

*Mercati azionari europei poco mossi: *Euro Stoxx 50 -0,0%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 -0,0%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono stabili: S&P 500 +0,0%, Nasdaq Composite +0,1%, Dow Jones Industrial +0,1%.

Buzzi Unicem +2,4% in ottima forma dopo la notizia secondo cui Kosmos Cement Company, partenariato con sede in Kentucky (di cui una controllata detiene il 25%), ha sottoscritto un accordo vincolante riguardo la vendita di determinate attività a Eagle Materials, Inc. per un corrispettivo di circa 665 milioni di dollari. Il corrispettivo netto ottenuto da questa cessione sarà distribuito ai soci, sulla base della loro rispettiva partecipazione, subito dopo il closing (atteso nel primo trimestre 2020 o subito dopo).

Settore lusso positivo, approfitta ancora dell'acquisizione di Tiffany da parte di LVMH per 16,2 miliardi di dollari. A Milano Ferragamo +1,0%, Moncler +0,9%, Brunello Cucinelli +3,4%.

Bene il risparmio gestito con Azimut +1,4%, Banca Mediolanum +1,8%, Banca Generali +1,0%.

Seduta incerta per le utility: l'indice EURO STOXX Utilities segna -0,1%. A Milano Italgas -0,6%, Hera -1,2%, Enel +0,2%. Quest'ultima ha presentato oggi il piano 2020-2022: EBITDA atteso di 20,1 miliardi di euro nel 2022 (+13% rispetto ai 17,8 miliardi di euro previsti nel 2019); utile netto ordinario per il 2022 atteso a 6,1 miliardi di euro (+27% dai 4,8 miliardi previsti per il 2019), con il target per il 2021 in aumento di circa 200 milioni di euro rispetto al piano precedente; dividendo più elevato tra 70% sull'utile netto ordinario consolidato e dividendo per azione (DPS) minimo garantito, con un tasso annuo di crescita composto dell'8,4% del DPS implicito e del 7,7% del DPS minimo. DPS minimo in aumento di 1 centesimo di euro per azione nel 2020 e 2021 rispetto al piano precedente, con un nuovo obiettivo di 0,40 euro per azione nel 2022.