Piazza Affari in verde: brillano FCA e Campari, Atlantia resta sotto pressione. FTSE MIB +0,27%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, Nasdaq Composite -0,2%, Dow Jones Industrial +0,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,27%, il FTSE Italia All-Share a +0,28%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,40%, il FTSE Italia STAR a +0,17%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, in Germania l'ufficio di statistica Destatis ha reso noto che a luglio i prezzi alla produzione hanno fatto segnare un progresso dello 0,2% su base mensile a fronte di un dato atteso pari a +0,4%. Su base annuale la crescita è stata del 3,0%. Secondo il rapporto mensile della Bundesbank, la crescita economica tedesca potrebbe rallentare nel terzo trimestre dell'anno pur mantenendosi solida. Secondo il più recente sondaggio realizzato da Rightmove, sito specializzato nel settore immobiliare, in agosto i prezzi medi delle case in Gran Bretagna sono calati del 2,3% sequenziale, nella seconda contrazione consecutiva dopo il declino dello 0,1% di luglio (0,4% il progresso di giugno). Il dato è anche peggiore rispetto alla flessione del 2,1% dell'agosto 2017. Il Rightmove House Price Index ha però segnato una crescita dell'1,1% su base annuale nel mese in corso.

Atlantia (-4,68%) ancora debole ma in grado di dimezzare le perdite nelle parte finale della seduta. La controllata Autostrade per l'Italia ha ricevuto la lettera di contestazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in relazione al crollo di una sezione del viadotto Polcevera sull'autostrada A10: la società ha 15 giorni per fornire le relative controdeduzioni. Autostrade ha annunciato anche che "a partire dalle ore 11 di oggi non verrà chiesto il pagamento del pedaggio sulla rete genovese, come annunciato nella conferenza stampa di sabato 18 agosto". Il titolo Atlantia resta in balìa delle dichiarazioni degli esponenti del governo sul tema revoca concessione Autostrade/nazionalizzazione rete. Giancarlo Giorgetti, sottosegretario leghista alla presidenza del Consiglio dei Ministri, ha affermato di non vedere i termini per una revoca della concessione tramite una legge, e di giudicare doverosa una revisione della convenzione in quanto i margini di redditività sono troppo elevati. Salvini ha parlato di possibilità di nazionalizzazione delle autostrade allo studio del governo.