Piazza Affari migliore in Europa con bancari e industriali. FTSE MIB +0,95%.

*Il FTSE MIB segna +0,95%, il FTSE Italia All-Share +0,88%, il FTSE Italia Mid Cap +0,27%, il FTSE Italia STAR +0,76%.

BTP in netto rialzo, scende lo spread. Il decennale rende il 2,80% (-6 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 268 bp (-8 bp) (dati MTS). Obbligazionario e azionario Italia approfittano della conferma del rating di Fitch di venerdì scorso.*

*Mercati azionari europei sopra la parità: *Euro Stoxx 50 +0,5%, FTSE 100 invariato, DAX +0,6%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,2%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono positivi: S&P 500 +0,6%, NASDAQ 100 +0,8%, Dow Jones Industrial +0,7%.

*Ottimo inizio di settimana per il settore bancario in scia al netto calo dello spread. *L'indice FTSE Italia Banche segna +2,3%, l'EURO STOXX Banks +1,6%. In evidenza Banco BPM +3,9%, UBI Banca +3,5%, UniCredit +3,3%, BPER Banca +1,5%, Intesa Sanpaolo +1,7%.

Molto bene Credito Valtellinese +8,0% che si spinge fin sui massimi da metà gennaio dopo il cambio al vertice: Mauro Selvetti ha rimesso le cariche di amministratore delegato e direttore generale "su richiesta espressa della Banca di discontinuità", "dopo aver portato a termine con successo il processo di ricapitalizzazione e derisking". Le cariche di Selvetti sono state conferite al presidente Luigi Lovaglio: il mercato punta sul rilancio della redditività e sull'M&A. Lovaglio definirà il piano strategico 2019-2021 che sarà presentato entro il primo semestre dell'anno.

In rialzo STM +3,4%, Prysmian +2,8%, Leonardo +1,9%, Brembo +1,7%, CNH Industrial +1,0%, sostenuti dai progressi dei negoziati USA-Cina. Il presidente USA Donald Trump domenica ha annunciato il rinvio della scadenza d'inizio marzo, in cui era prevista l'introduzione di nuove tariffe commerciali su 200 miliardi di dollari di merci made in China, citando un "progresso ragguardevole" nei negoziati tra Washington e Pechino. Da Twitter Trump ha sottolineato come i negoziati siano stati "produttivi", aggiungendo che, se il progresso verrà confermato, come anticipato incontrerà il prossimo mese il presidente Xi Jinping, nella sua tenuta di Mar-a-Lago in Florida, per ratificare l'accordo.