Piazza Affari migliore in Europa grazie al rally dei bancari. FTSE MIB +0,80%.

Mercati azionari europei in verde. Wall Street positiva: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, NASDAQ Composite +0,2%, Dow Jones Industrial +0,7%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,80% (performance settimanale +0,46%), il FTSE Italia All-Share a +0,75%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,37%, il FTSE Italia STAR a +0,05%. BTP poco mossi, scende lo spread. Il decennale rende il 2,54% (+1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 248 bp (-7 bp) (dati MTS).

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA la stima preliminare di aprile dell'indice di fiducia dei consumatori, calcolato dall'Università del Michigan e da Reuters, si attesta a 96,9 punti, risultando inferiore sia alle previsioni degli addetti ai lavori fissate a 98,1 punti che alla rilevazione precedente fissata a 98,4 punti. La produzione industriale della zona euro nel mese di febbraio è calata meno del previsto a -0,2% contro il -0,5% del consensus. Rivisto al rialzo il dato di gennaio a +1,9% da +1,4%. Su base annua la variazione è negativa dello 0,3% contro lo -0,7% di gennaio (dato rivisto da -1,1% della precedente rilevazione) ed il -1,0% del consensus. Secondo quanto riportato da Reuters, l'esecutivo federale tedesco potrebbe ridurre drasticamente la propria stima ufficiale sulla crescita di quest'anno, a 0,5% da 0,8%, in risposta al progressivo deterioramento del settore manifatturiero ormai in recessione. Le nuove proiezioni verranno formalizzate la prossima settimana.

Bancari in accelerazione grazie alla trimestrale del colosso USA JP Morgan (+4,1% al NYSE) migliore delle attese. L'indice FTSE Italia Banche segna +2,90%, l'Euro Stoxx Banks +2,8%. A Milano FinecoBank +3,54%, Intesa Sanpaolo +2,19%, BPER Banca +1,87%.