Piazza Affari migliore in Europa, rally dei BTP. FTSE MIB +1,19%.

Mercati azionari europei in rialzo. Wall Street poco sopra la parità: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 invariato, NASDAQ Composite +0,2%, Dow Jones Industrial +0,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,19%, il FTSE Italia All-Share a +1,16%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,96%, il FTSE Italia STAR a -0,01%. Theresa May si dimetterà il prossimo 7 giugno. Lo ha annunciato la premier britannica in un discorso a Downing Street.

*BTP in forte progresso, scende lo spread. *Il decennale rende il 2,55% (-9 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread segna 267 bp (-9 bp).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA la domanda di beni durevoli è diminuita *del 2,1% su base mensile risultando inferiore alle attese (-2%) e alla rilevazione precedente (+1,7%). Gli ordini esclusi i mezzi per la difesa sono diminuiti dello 0,9% su base mensile, dopo l'incremento dello 0,3% di marzo (consensus -0,3%). Gli ordinativi dei beni durevoli principali sono rimasti invariati su base mensile, dopo la flessione dello 0,5% a marzo (consensus +0,2%). Nel Regno Unito l'ONS ha annunciato che il volume destagionalizzato delle vendite al dettaglio ha evidenziato nel mese di aprile una variazione nulla su base mensile, risultando superiore alle attese degli analisti fissate su un indice pari a -0,3% ma nettamente inferiore alla rilevazione precedente pari al +1,2% (rivista da +1,1%). Su base annuale le vendite hanno registrato una crescita pari al 5,2% dal +6,7% della rilevazione precedente (consensus +4,6%).

*Unipol, +4,16% *a 4,3320 euro, guadagna terreno in scia al report di Kepler Cheuvreux: raccomandazione buy confermata e target incrementato da 4,85 a 4,95 euro. Due settimane fa il gruppo bolognese ha presentato il nuovo piano strategico 2019-2021 del gruppo, denominato Mission Evolve. Nell'arco temporale del piano sono attesi profitti cumulati per 2,0 miliardi di euro, dividendi cumulati per 600 milioni. Al 2021 la raccolta danni è prevista a 8,7 miliardi di euro (+750 milioni rispetto al 2018), la raccolta vita a 5,0 miliardi (+750 milioni rispetto al 2018).