Piazza Affari peggiore in Europa con dividendo Enel, WS chiusa per festività. FTSE MIB -0,57%.

*Mercati azionari europei deboli. Wall Street oggi è rimasta chiusa per festività (Martin Luther King, Jr. Day). *A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,57%, il FTSE Italia All-Share a -0,44%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,43%, il FTSE Italia STAR a +0,70%.

BTP in leggero progresso, lieve calo per lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,36% (chiusura precedente a 1,38%), lo spread sul Bund segna 157 bp (da 159) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che in Germania nel mese di dicembre l'indice dei prezzi alla produzione è cresciuto dello 0,1% su base mensile risultando inferiore alle attese (pari a +0,2%) ma superiore alla rilevazione nulla di novembre. Su base annuale l'indice e' diminuito dello 0,2%, superiore alla rilevazione precedente (-0,7%) e pari al consensus. L'indice core che non considera i prezzi dell'energia è cresciuto del +1,1% su una media annuale dell'anno precedente, risultando in lieve crescita dello 0,1% rispetto a un mese fa.

Moncler, -3,16% a 41,35 euro, arretra in una seduta negativa per il settore lusso dopo il balzo della scorsa settimana in scia al report di UBS: confermato il target a 42 euro e le prospettive di crescita basate su fondamentali. Gli analisti della banca svizzera sottolineano però che il prezzo titolo incorpora un premio takeover che, se non dovesse arrivare un compratore in tempi ragionevoli, potrebbe trasformarsi in fattore di rischio. A inizio dicembre Remo Ruffini, numero uno di Moncler, aveva confermato le indiscrezioni di stampa sull'esistenza di contatti con Kering riguardo "potenziali opportunità strategiche per promuovere ulteriormente lo sviluppo di Moncler, senza che, allo stato, vi sia alcuna ipotesi concreta allo studio".