Piazza Affari poco mossa. Bene FCA e Poste, in rosso bancari e lusso. FTSE MIB +0,06%.

*Mercati azionari europei deboli. Wall Street sotto la parità: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,2%, NASDAQ Composite -0,1%, Dow Jones Industrial -0,4%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,06%, il FTSE Italia All-Share a +0,07%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,12%, il FTSE Italia STAR a +0,10%. BTP stabili. Il decennale rende il 2,64% (invariato rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 263 bp (invariato) (dati MTS).

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA a febbraio gli ordini industriali *sono diminuiti dello 0,5% dopo un incremento dello 0,1% registrato a gennaio. Gli economisti avevano stimato una flessione dello 0,5% su base mensile. Gli ordinativi alle fabbriche escluso il settore dei trasporti sono cresciuti dello 0,3% a febbraio dopo un decremento dello 0,1% del mese precedente (rivisito da -0,2%). L'indice Sentix, che misura la fiducia degli investitori nel mese corrente nell'eurozona, è salito a -0,3 punti da -2,2 punti precedenti, sul livello più alto da novembre 2018. In Germania il surplus della bilancia commerciale a febbraio 2019 e si e' attestato a 17,9 miliardi di euro da 18,3 miliardi di febbraio 2018. In termini destagionalizzati, il saldo della bilancia commerciale estera è in avanzo di 18,7 miliardi di euro dai 18,6 mld rilevati a gennaio.

Tonica FCA, +1,89% a 13,9920 euro, in scia alle indiscrezioni del Financial Times secondo cui il Lingotto eviterà le sanzioni UE sulle emissioni nel 2020 grazie ad un accordo con Tesla. Il gruppo guidato da Michael Manley verserà al produttore americano di auto elettriche centinaia di milioni di euro per poter conteggiare i veicoli a zero emissioni di Tesla nella propria flotta rispettando così il limite di 95 grammi per chilometro di Co2. Fidentiis conferma la raccomandazione buy e il target a 20-22 euro.