Piazza Affari poco mossa. Petroliferi in calo, balzo Esprinet. FTSE MIB -0,1%.

Il FTSE MIB segna -0,1%, il FTSE Italia All-Share -0,1%, il FTSE Italia Mid Cap +0,5%, il FTSE Italia STAR +0,4%.

BTP e spread in leggero miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,68% (chiusura precedente a 0,70%), lo spread sul Bund 101 bp (da 102) (dati MTS).

Mercati azionari europei sopra la parità: EURO STOXX 50 +0,1%, FTSE 100 +0,4%, DAX +0,2%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,1%.

Future sugli indici azionari americani in calo: S&P 500 -0,3%, NASDAQ 100 -0,4%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +2,38%, NASDAQ Composite +3,01%, Dow Jones Industrial +1,95%.

Mercato azionario giapponese debole, l'indice Nikkei 225 ha terminato a -0,86%. Borse cinesi in rosso: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -1,28%, a Hong Kong l'Hang Seng a -1,21%.

Petroliferi sottotono in scia alla brusca flessione del greggio, sceso sui minimi da inizio settimana scorsa. Il future maggio sul Brent segna 63,05 $/barile, il future aprile sul WTI segna 60,05 $/barile. Eni -1,2%, Tenaris -0,2%, Saipem -1,5%.

Balzo in avanti per Esprinet +9,8% che chiude il 2020 con ricavi record a 4,492 miliardi di euro, +14% a/a e lievemente superiori a 4,49 miliardi comunicati in via preliminare a inizio febbraio (dato già superiore ai 4,429 miliardi attesi degli analisti). L'EBITDA Adjusted è stato pari a 69,1 milioni di euro, +24% a/a e sopra i 63,9 del consensus. Il ROCE (rendimento del capitale investito) è stato rivisto al 25,1% (9,8% nel 2019) dal 24% preliminare. L'utile netto sale a 31,8 milioni di euro, +35% rispetto ai 23,6 milioni del 2019. Ottime notizie sul fronte del dividendo: il cda ha deciso di aumentare il pay out ratio dal 27% al 50% e di applicare il nuovo ratio anche agli utili del 2019, "in modo da recuperare la mancata distribuzione dell'anno scorso e quindi di proporre all'Assemblea degli Azionisti di distribuire un dividendo pari a 0,54 euro per azione" (due anni fa la cedola era stata pari a 0,135 euro per azione). Per quanto riguarda le prospettive 2021 il management ha deciso di adottare un atteggiamento molto prudente rinviando la guidance al prossimo mese di maggio, quando sarà nota la performance del primo trimestre.

In rialzo Mutuionline, +3,0% a 41,10 euro. Il titolo tocca a 41,20 euro il nuovo massimo storico ancora sostenuto dal report di ieri di Equita: raccomandazione buy confermata e target incrementato da 26,40 a 43,60 euro. Gli analisti hanno alzato in media del 28% le stime sui ricavi del triennio 2020-2022.

Notorious Pictures +10,1% balza in avanti grazie all'annuncio dell'accordo "con un primario gruppo leader di mercato a livello mondiale nel settore broadcast per la cessione in licenza di un pacchetto di film current e library per lo sfruttamento pluriennale in modalità Free TV per un valore complessivo di circa 2,3 mln di euro di competenza del 2021".

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 09:55 variazione n° disoccupati e tasso di disoccupazione Germania, alle 11:00 inflazione preliminare eurozona. Negli USA alle 15:45 indice ISM New York, alle 22:30 scorte petrolio settimanali (API).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)