Piazza Affari positiva, tocca i massimi da fine luglio: in evidenza Mediobanca, Enel ed Eni. FTSE MIB +0,33%.

*Il FTSE MIB segna +0,33%, il FTSE Italia All-Share +0,26%, il FTSE Italia Mid Cap -0,15%, il FTSE Italia STAR -0,56%.

BTP e spread stabili.* Il rendimento del decennale segna 0,90% (chiusura precedente a 0,90%), lo spread sul Bund segna 141 bp (da 140) (dati MTS).

Mercati azionari europei in rialzo: Euro Stoxx 50 +0,5%, FTSE 100 +0,2%, DAX +0,1%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,4%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono positivi: S&P 500 +0,2%, Nasdaq 100 +0,3%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Mediobanca +2,8% incrementa i guadagni e tocca a 10,03 euro il massimo da maggio 2018. la recente mossa di Leonardo Del Vecchio (salito al 6,94% del capitale, secondo azionista dopo UniCredit, in base ai dati Consob) potrebbe preludere a richieste di modifica dello statuto (per poter nominare un a.d. esterno a Piazzetta Cuccia) e di varo di un piano industriale aggressivo. Secondo il Corriere della Sera Del Vecchio potrebbe incrementare ulteriormente la propria quota: fino al 10% non è richiesta l'autorizzazione della BCE. Il prossimo 28 ottobre è in programma l'assemblea degli azionisti, mentre per il 12 novembre è fissato l'aggiornamento delle linee evolutive del piano strategico 2019-2023.

*Atlantia +1,8% *in territorio positivo. Secondo indiscrezioni di stampa il gruppo dei Benetton ha ricevuto 4 offerte per il 30% di Telepass: la più alta, quella di Warburg Pincus, valuta l'intero asset 2,3 miliardi di euro. Le altre offerte sono state presentate da Partners Group, Apax Partners, Fsi (con Generali e Sia).

Bene Enel +1,5% a 6,7130 euro: HSBC ha migliorato la raccomandazione sul titolo da hold a buy e incrementato il target da 6,30 a 7,40 euro.