Piazza Affari recupera dopo delusione PIL: bene Telecom, Leonardo in rosso, FCA in rimonta. FTSE MIB +0,01%.

*Il FTSE MIB segna +0,01%, il FTSE Italia All-Share -0,09%, il FTSE Italia Mid Cap -0,79%, il FTSE Italia STAR -0,62%.

Mercati azionari europei deboli:* Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 invariato, DAX 30 -0,3%, CAC 40 -0,5%, IBEX 35 invariato.

*Wall Street positiva: S&P 500 +1,0%, Nasdaq Composite +0,9%, Dow Jones Industrial +0,9%.

Leonardo (-3,7%) tocca i minimi da fine luglio *in scia a indiscrezioni del Sole 24 Ore secondo cui il gruppo potrebbe essere coinvolto, insieme a Eni (-0,1%), FS e Cdp, nel salvataggio di Alitalia. Leonardo anche ieri aveva perso terreno a causa dell'incidente del fine settimana in cui ha perso la vita anche Vichai Srivaddhanaprabha, proprietario del Leicester City, la squadra di calcio inglese vincitrice della Premier League 2015-2016 con l'allenatore Claudio Ranieri. L'imprenditore thailandese viaggiava su un AW169, un elicottero costruito dal gruppo italiano. Si tratta di un velivolo di nuova concezione che ha ricevuto 150 ordini e con 50 unità attualmente operative. Al momento non è chiaro se l'incidente è stato causato da un errore del pilota o da un problema tecnico.

FCA (-0,2%) riemerge dai minimi della mattinata dopo la pubblicazione dei dati del terzo trimestre: l'utile netto adjusted si è attestato a 1.396 milioni di euro, in rialzo del 51% a/a (+54% a parità di cambi di conversione). Il Lingotto ha però rivisto al ribasso il target di liquidità netta industriale 2018, da 3 miliardi di euro a 1,5-2 miliardi. Confermati i target operativi su ricavi e margini. Buone prospettive per quanto riguarda i dividendi: la vendita di Magneti Marelli apre le porte alla distribuzione di una cedola straordinaria da 2 miliardi di euro. Possibile un dividendo ordinario pari al 20% dell'utile a primavera 2019.