Piazza Affari rimonta e termina in verde, rimbalzano i BTP. FTSE MIB +0,36%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street incerta: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,2%, NASDAQ Composite -0,4%, Dow Jones Industrial +0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,36%, il FTSE Italia All-Share a +0,30%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,12%, il FTSE Italia STAR a +0,12%.

I BTP invertono decisamente la rotta dopo un avvio di seduta negativo. Il decennale rende il 2,58% contro il 2,67% della chiusura precedente e il massimo giornaliero a 2,70%, lo spread sul Bund segna 277 bp (da 286, massimo oggi a 290) (dati MTS). Venerdì il governo italiano ha risposto alla lettera della Commissione UE (con il giallo del riferimento a flat tax e reddito di cittadinanza, poi scomparsi) in cui si chiedevano chiarimenti sul mancato miglioramento dei conti pubblici dell'Italia: mercoledì le conclusioni di Bruxelles. Oggi pomeriggio a mercati chiusi (ore 18:15) il premier Giuseppe Conte potrebbe dare indicazioni sulle trattative con la UE e sul futuro del governo.

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA l'indice ISM manifatturiero, nel mese di maggio, si è attestato a 52,1 punti dai 52,8 punti del mese precedente. Il dato e' risultato inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un valore dell'indice pari a 53 punti. Il Census Bureau reso noto che negli States la spesa per le costruzioni e' rimasta invariata ad aprile dopo essere cresciuta dello 0,1% a marzo (rivisto da -0,9%), deludendo però le attese degli economisti fissate su un incremento dello 0,4%. Nell'eurozona l'indice Markit PMI manifatturiero (dato finale) a maggio si è attestato a 47,7 punti, in linea con la stima preliminare e con il consensus (47,9 ad aprile).