Piazza Affari si conferma in buona forma. Unipol in evidenza. FTSE MIB +0,59%. Il FTSE MIB segna +0,59%, il FTSE Italia All-Share +0,59%, il FTSE Italia Mid Cap +0,65%, il FTSE Italia STAR +0,54%.

Indici azionari USA contrastati: S&P 500 -0,11%, NASDAQ 100 +0,096%, Dow Jones Industrial -0,21%.

Unipol +3,67% a 4,804 euro guadagna ulteriore terreno e tocca i massimi da fine maggio. Secondo indiscrezioni il gruppo finanziario guidato da Carlo Cimbri potrebbe essere protagonista della creazione del terzo polo bancario essendo primo azionista sia di BPER Banca che di BP Sondrio. Equita ha confermato la raccomandazione buy su Unipol e incrementato del 6% il target portandolo a 6,40 euro. Il cda ha deliberato di convocare l'assemblea per il 1° ottobre 2021 per proporre all'assemblea la distribuzione di un dividendo unitario di 0,28 euro per azione, la cui messa in pagamento avverrebbe a partire dal 20 ottobre 2021 (stacco cedola 18 ottobre e record date 19 ottobre).

Azimut, +1,89% a 22,69 euro, sale sui massimi da febbraio 2020: il gruppo ha registrato nel mese di luglio 2021 una raccolta netta di risparmio gestito positiva per oltre 1,6 miliardi di euro, raggiungendo così i 13,6 miliardi da inizio anno. Il titolo oltrepassa gli ostacoli di area 22,30 euro e alimenta il rally in direzione di 24,70 euro, massimo pluriennale del gennaio 2020.

Performance positive nel settore lusso con Salvatore Ferragamo +6,6% in evidenza, seguita da Geox +1,91%, Moncler +1,94%, Tod's +1,84%. Il comparto è probabilmente sostenuto dalla forza del dollaro: toccati nella notte i massimi da aprile contro euro.

Acquisti sulle utility con Ascopiave +3,5%, Acea +2,06%, Terna +1,1%, Enel +0,5%, Hera +0,87%. Il comparto trae probabilmente beneficio dalla flessione dei rendimenti: quello del BTP decennale segna 0,55% dalla chiusura di venerdì a 0,58%.

Deboli i petroliferi in scia al greggio, sceso sui minimi da fine maggio. Il future ottobre sul Brent segna 68,35 $/barile, il future settembre sul WTI segna 66,05 $/barile. Eni -0,17%, Tenaris -0,55%, positiva invece Saipem con un +1,38%.

Banco BPM +0,33% e BPER Banca -0,22% si muovono con maggiore cautela dopo i forti progressi messi a segno venerdì, grazie ai rumor su una possibile aggregazione. L'a.d. di BPM, Giuseppe Castagna, ha dichiarato al Sole 24 Ore che la banca potrebbe anche andare avanti da sola ma un'eventuale aggregazione con un altro istituto costituirebbe un moltiplicatore dei ritorni. Il manager ha precisato che al momento non c'è nulla di concreto con BPER Banca e Banca Carige +5,5%.

Fiera Milano +8,75% guadagna terreno. Secondo fonti di stampa la Commissione Europea ha dato l'ok ad aiuti per 63 milioni di euro a favore delle aziende italiane attive nel settore fieristico colpite dall'epidemia di coronavirus.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:30 indice JOLTS (mercato del lavoro).

(AM - www.ftaonline.com)