Piazza Affari sopra la parità, mercati attendono esito G20. FTSE MIB +0,15%.

Mercati azionari europei deboli. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, Nasdaq Composite +0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,15%, il FTSE Italia All-Share a +0,11%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,32%, il FTSE Italia STAR a -0,14%. Oggi inizia la riunione di due giorni del G20 in Argentina. L'attenzione di analisti e investitori è concentrata sull'esito delle trattative USA-Cina in ambito commerciale.

BTP poco mossi: il decennale rende il 3,22% (-1 bp rispetto alla chiusura di ieri), lo spread sul Bund segna 291 bp (invariato) (dati MTS).

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l'indice PMI Chicago (attivita' manifatturiera) nel mese di novembre e' salito *a 66,4 punti da 58,4 punti di ottobre risultando nettamente superiore alle attese degli addetti ai lavori, fissate su un indice pari a 58,6 punti. Eurostat ha comunicato che nella Zona Euro nel mese di ottobre il tasso di disoccupazione si e' attestato all' 8,1%, superiore alle attese (fissate su un indice dell'8%) e pari alla rilevazione precedente. Secondo i risultati preliminari dell'Ufficio federale di statistica (Destatis), nel mese di ottobre in Germania le Vendite al Dettaglio hanno fatto segnare un incremento del 5% su base annuale e in termini reali, contro il +2,7% del consensus e in netto miglioramento rispetto al decremento precedente pari al 2,8% e risultando in crescita del 7,1% in termini nominali. Su base mensile l'indice ha fatto segnare un decremento pari allo 0,3% dopo un decremento dello 0,3% precedente. Gli analisti avevano previsto un incremento pari allo 0,4%. *Secondo i dati definitivi resi noti dall'Istat, in Italia nel terzo trimestre del 2018 il PIL è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente ed è aumentato dello 0,7% nei confronti del terzo trimestre del 2017. La stima della variazione congiunturale del Pil diffusa il 30 ottobre 2018 era risultata nulla mentre quella tendenziale era pari a +0,8%.