Piazza Affari sui minimi da inizio 2017 con calo BTP: STM e bancari in crisi, balza Saipem. FTSE MIB -1,69%.

Mercati azionari europei deboli. Wall Street in netta flessione: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -1,4%, Nasdaq Composite -1,9%, Dow Jones Industrial -1,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,69%, il FTSE Italia All-Share a -1,57%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,66%, il FTSE Italia STAR a -1,33%. Accelerazione ribassista per i BTP nel pomeriggio: il rendimento del decennale termina al 3,61% (massimo a 3,64%) da 3,51% a inizio pomeriggio. Lo pread sul Bund balza a 322 bp (massimo a 325) da 311. Stamattina Moody's in una e-mail a Reuters ha precisato che il downgrade sull'Italia di venerdì scorso è basato sull'ipotesi che l'anticipo dell'età pensionabile contenuto nella manovra non sia strutturale ma valido solo per il 2019. Qualora il governo decidesse, dopo una verifica al termine del prossimo anno, di trasformare l'anticipo in misura strutturale, si creerebbero effetti negativi crescenti sui conti pubblici (al momento non incorporati nel rating espresso da Moody's, ndr).

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA le vendite di nuove abitazioni sono diminuite del 5,5% a settembre rispetto al mese precedente, attestandosi a 553 mila unita', in calo rispetto alle 585 mila unità della rilevazione precedente (rivista da 629 mila unità). Le attese erano per un decremento mensile più esiguo dell'1,4%. Negli Stati Uniti, Markit Economics ha comunicato la stima flash relativa all'Indice IHS PMI Manifatturiero di ottobre. L'indice è salito a 55,9 punti dai 55,6 punti della lettura di settembre confermando la crescita del settore, ai livelli massimi degli ultimi 5 mesi. Le attese erano per un indice pari a 55,4 punti. Accelera anche la crescita dei servizi con l'Indice IHS PMI Servizi a 54,7 punti da 53,5 punti di settembre. Negli USA le scorte di petrolio settimanali (EIA) sono salite di 6,346 mln di barili, ben al di sopra della crescita attesa dagli analisti (3,694 mln). Secondo le stime riportate martedì sera dall'American Petroleum Institute (API), le scorte di greggio in USA sono salite di 9,88 milioni di barili nella settimana chiusa il 19 ottobre. Si tratterebbe della crescita più elevata dal febbraio 2017. Dall'ultima indagine di Markit di ottobre, i dati Flash hanno indicato il più lento ritmo di crescita dell'economia dell'eurozona degli ultimi due anni. L'Indice IHS Markit PMI composito è scivolato a 52,7, da 54,1 di settembre, segnando i valori minimi da settembre 2016.