Il Consiglio di Amministrazione della *Banca Popolare di Vicenza *riunitosi in data 9 febbraio 2016 ha approvato i risultati consolidati preliminari 2015 e confermato l'aumento di capitale fino a 1,5 miliardi di euro da sottoporre all'Assemblea Straordinaria dei Soci.

Aggiornato il Piano Industriale 2015-2020 alla luce dei risultati consuntivi 2015 e delle più recenti evoluzioni del mercato.

Ecco in sintesi i dati principali.

  • Risultato netto di esercizio 2015 pari a -1,4 miliardi di euro, con una variazione della perdita di circa 350 milioni di euro rispetto a giugno 2015, principalmente per effetto di riclassificazioni relative al "capitale finanziato", gia' dedotto a giugno 2015 dal patrimonio di vigilanza.

  • *ricavi "core" (margine di interesse e commissioni nette) *in leggera crescita rispetto all'anno precedente.

  • *costi operativi *sostanzialmente stabili, al netto di componenti straordinarie.

  • coefficienti patrimoniali *superiori ai minimi regolamentari (CET 1 ratio al 6,65% e total capital ratio all'8,13%*, superiore rispetto al dato di giugno 2015). Includendo l'effetto del prospettato aumento di capitale, il CET 1 ratio si attesterebbe al di sopra del 12%, valore superiore al target SREP BCE (10,25%).

  • in crescita al 42,4% i livelli di copertura dei crediti deteriorati (includendo gli stralci), rispetto al 37,9% del 31 dicembre 2014 (+4,5 p.p.) e al 41,8% di giugno 2015.

  • aggiornamento del piano industriale con conferma dei target al 2020 di un utile netto oltre 300 milioni di euro e livelli di CET 1 ratio superiori al 12%, includendo l'effetto del prospettato aumento di capitale.

Più in dettaglio i risultati consolidati preliminari di Bilancio al 31 dicembre 2015 evidenziano: